Tu sei qui

SBK, Rinaldi e la Ducati brillano nei test di Misano, Redding a oltre mezzo secondo

Col terzo crono la Yamaha di Gerloff seguito dalla Ducati di Scott Redding, 5° Locatelli, seguito da Mahias, Bassani, Nozane e poi Rabat

SBK: Rinaldi e la Ducati brillano nei test di Misano, Redding a oltre mezzo secondo

Share


Michael Ruben Rinaldi e la Ducati chiudono in bellezza i test di Misano, siglando il miglior tempo in 1’33”688. Il pilota romagnolo precede la Yamaha di Razgatlioglu, staccata di due decimi, poi la R1 di Garrett Gerloff a quattro decimi dalla vetta.

Quarto crono invece per Redding che incassa oltre secondo, anche se c'è da dire che non ha utilizzato la gomma da tempo. Dietro il portacolori Aruba Locatelli e Mahias, poi Axel Bassani. In ritardo Rabat, che non va oltre la nona posizione a un secondo e mezzo dalla vetta, preceduto addirittura da Nozane.  

17:40 1'33"688 con questo tempo Rinaldi si prende la vetta seguito a due decimi da Razgatlioglu, il quale scavalca Gerloff 

17:20 Michael Rinaldi torna in pista a poco più di mezz'ora dal termine 

17:10 Test finito per Tito Rabat, il quale ha già tolto la tuta. 

17:00 Inizia ora l'ultimo turno di prove a Misano con Gerloff davanti a tutti!

16:50 Tito Rabat pare nervoso nel suo box. Al momento il pilota spagnolo è settimo con oltre un secondo di ritardo dalla vetta, detenuta dalla Yamaha di Gerloff. C'è qualcosa che non va nel verso giusto per il portacolori del team Barni. A fine giornata cercheremo di capire di cosa si tratti.

16:45 A seguito della caduta di Rinaldi, la sessione è stata interotta per alcuni minuti, in modo da fare intervenire i mezzi di soccorso per riportare la moto del romagnolo al box. La sessione è poi ripartita regolarmente. 

16:30 Gerloff, Rinaldi, Razgatlioglu: sono questi i primi tre della classe a un'ora e mezza dalla conclusione del turno.

16:25 Caduta per Rinaldi alla Quercia. Michael stava girando con la gomma da tempo ed era due decimi più veloce di Gerloff al primo intermedio. Poi la caduta, nessun problema per il pilota. 

16:10 Colpo di reni per Garrett Gerloff. L'americano della Yamaha si prende la vetta con 1'34"013. Rinaldi è secondo, terzo Razgatlioglu.

16:00 Passo avanti anche per Razgatlioglu, il quale scende sull'1'34"210. Al momento Michael precede il pilota turco della Yamaha di due decimi.

15:50 Rinaldi si migliora, arrivando all'1'34"097.

15:45 Michael Ruben Rinaldi sta lavorando sul passo gara, girando sull'1'34 basso. Non male come prestazione quella del pilota britannico, più veloce di un decimo rispetto a Scott al momento sul passo. 

15:30 Rinaldi davanti a tutti a Misano con il crono di 1'34"185. Ecco la classifica dopo un'ora e mezza dal via del turno pomeridiano.

15:12 Passo avanti anche per la Yamaha di Gerloff, ora terza con 40 millesimi di vantaggio su Redding, sceso in quarta posizione. Locatelli è invece quinto, mentre grande spunto di Mahias, addirittura sesto davanti a Rabat. Arretrato Bassani, che accusa un secondo dalla prestazione di Rinaldi.

15:05 I tempi iniziano a scendere. Michael Rinaldi balza infatti al comando con il crono di 1'34"185, relegando Razgatlioglu e la Yamaha la secondo posto.

15.00 Lavoro di comparazione anche per Andrea Locatelli, chiamato a valutare le due carene portate in pista dalla squadra. 

14:45 Al momento Scott Redding sta girando in pista, inanellando sei tornate. Esce dai box anche Rinaldi, impegnato a fare comparative tra le due moto.

14:30 Anche Michael Rinaldi sta girando con la nuova pinza alettata portata da Brembo. Ieri l'abbiamo vista sulla moto di Scott, oggi anche su quella di Michael.

14:15 I piloti sono tutti in pista in questo turno conclusivo della SBK. Giornata finita invece per Ponsson, che a causa della caduta del mattino ha distrutto la propria moto.

14:00 Si riparte con la sessione pomeridiana a Misano, che terminerà alle 18. Sul tracciato della Riviera continua a brillare il sole. 

13:00 Si chiude con la caduta di Ponsson la mattinata di prove a Misano, che vede Razgatlioglu e la Yamaha davanti al gruppo con il crono di 1’34”305. Il pilota turco precede di tre decimi la Ducati di Scott Redding, incalzato a sua volta dalla Ducati di Michael Rinaldi.

Alle spalle della coppia rossa troviamo una Yamaha, è quella di Gerloff, autore del quarto crono di giornata davanti al rookie della SBK, Andrea Locatelli. Poi spicca la Ducati di Tito Rabat, costretto a fare i conti con un gap dalla vetta che arriva a toccare il secondo.

Ora la pausa, poi alle 14 si torna di nuovo in pista fino alle 18.

12:50 Bandiera rossa a causa di una caduta di Ponsson. Pilota ok

12:40 Caduta per Razgatlioglu senza conseguenze 

12:25 Redding sale in seconda posizione a tre decimi da Razgatlioglu.

12:15 Entriamo ora nell'ultima ora di test del mattino a Misano con Razgatlioglu e la Yamaha sempre al comando davanti alla Ducati di Rinaldi e quella di Redding. Garrett Geloff si conferma invece la migliore delle R1 in casa GRT a tre decimi dal turco. Accusa invece poco più di mezzo secondo Andrea Locatelli, mentre oltre il secondo Rabat.

12:00 Un'ora al termine alla sessione del mattino con Razgatlioglu e la Yamaha al comando davanti alla Yamaha di Rinaldi. 

11:45 Si migliora Rinaldi, si migliora anche Razgatlioglu che lima qualche millesimo al suo miglior crono. 

11:40 Scott Redding sale in terza posizione alle spalle di Rinaldi con il  crono di 1'34"595. Il pilota britannico sta utilizzando la nuova pinza Brembo, così come i piloti Yamaha.

11:30 Torna in pista anche Tito Rabat quando manca un'ora e mezza al termine della sessione del mattino. Tra i piloti in azione anche Lorenzo Zanetti, impegnato lo scorso anno nel MotoAmerica con Ducati.

11:20 Locatelli sta svolgendo prove comparative tra la nuova e vecchia carena (leggi QUI la novità portata da Yamaha), mentre Toprak ha inanellato cinque giri consecutivi. Al momento il turco è al comando della sessione del martedì. 

11:15 Can Oncu finisce a terra e distrugge la sua Kawasaki. Mattinata da dimenticare per il pilota turco del team Puccetti.

11:00 Ecco la classifica dei tempi dopo due ore dall'inizio con Razgatlioglu al comando in 1'34"314. Alle sue spalle Rinaldi poi Gerloff. 

10:45 Sale al terzo posto Gerloff a un solo decimo di distacco dalla Ducati di Rinaldi. 

10:30 Miglior tempo per Toprak Razgatlioglu in 1'34"313. Il turco precede Rinaldi di mezzo secondo.

10:20 Scott Redding sigla il miglior crono in 1'35"279, portandosi dietro la Yamaha di Locatelli.

10:15 Evan Bros toglie il velo alla livrea della moto 2021, con cui Steven Odendaal darà la caccia al titolo. Ecco la Yamaha R6 con un po' di giallo in meno rispetto allo scorso anno, mentre aumenta il blu.

10:10 Scende in pista anche Scott Redding! Inizia quindi ora il martedì di Misano per il vicemcampione 2020 del Mondiale Superbike.

10:00 Solo sei piloti in pista in questa prima ora di test a Misano! Il più veloce è Michael Rinaldi grazie al crono di 1’34”992. Alle sue spalle spiccano invece Rabat e Gerloff, poi Nozane, Locatelli e Bassani.

9:45 Anche Michael Ruben Rinaldi in pista a Misano per i primi giri  di questa seconda e ultima giornata di test in Riviera. 

9:40 Esce ora Tito Rabat per dare il via alla sua seconda giornata di test.

9:30 Redding non ha ancora messo la tuta, così come Toprak. Sarà necessario attendere verso le 10

9:15 C'è qualche nuvola in più rispetto a ieri, così come qualche grado in meno rispetto a ieri. Proprio per questo motivi i piloti preferiscono aspettare prima di scendere in pista.

9:00 Semaforo verde sui test di Misano! Al momento nessun pilota è sceso in pista.

Ben ritrovati a Misano, dove alle ore 9 scatterà la seconda e ultima giornata di test riservata a Superbike e SuperSport. Dopo le prove del lunedì (QUI il riassunto della giornata), i piloti sono quindi pronti a tornare in azione sul tracciato della Riviera.

Si riparte dal crono di 1’34”265, siglato ieri dalla Yamaha di Toprak Razgatlioglu. Il turco del team PATA si è rivelato il più veloce al lunedì seguito dalle Ducati di Scott Redding e Michael Rinaldi. In luce anche Axel Bassani, protagonista di un super quarto crono in quello che è il primo test del nuovo anno con Motocorsa. Dietro di lui le R1 di Gerloff e Locatelli.

Come detto la sessione inizierà alle 9, poi pausa dalle 13 alle 14, conclusione della giornata alle 18. Le previsioni meteo giocheranno anche quest’oggi a favore di squadre e piloti con il sole a baciare il tracciato della Riviera. 

Articoli che potrebbero interessarti