Tu sei qui

Honda GB350: pronta per il mercato giapponese, arriva anche in Europa?

La Honda GB350 è la CB350 H'ness per il mercato giapponese e dovrebbe essere presentata entro marzo 2021. Arriverà anche in Europa?

Moto - News: Honda GB350: pronta per il mercato giapponese, arriva anche in Europa?

Share


La Honda CB350 H'ness dopo il successo riscontrato in India, presto sarà disponibile anche in Giappone. Honda per il mercato interno ha cambiato il suo nome e la classic bike verrà commercializzata come GB350 in una speciale livrea blu. Nel sito stampa globale di Honda c'è già una sua anteprima e la presentazione dovrebbe essere imminente.

Clone giapponese

Solitamente sono i cinesi che clonano i modelli della concorrenza, Honda invece si auto clona. Ma visto il successo commerciale della sua CB350 H'ness nel mercato indiano, la scelta è anche comprensibile.

Honda ha presentato la nuova GB350 lo scorso 20 febbraio, in occasione del "Honda Motorcycle Festival 2021" e secondo Young Machine, rivista giapponese sempre molto vicina alle vicende dell'Ala Dorata, sembra che la produzione in serie sia già iniziata e la sua presentazione ufficiale sia prevista entro marzo.

La Hness CB350 è una modern classic prodotta per il mercato indiano come concorrente di un modello popolare, la Royal Enfield Meteor 350 e il successo è stato immediato: oltre 10.000 esemplari venduti dalla data di presentazione (ottobre 2020) a febbraio 2021.

A stretto giro, sempre solo per l'India, Honda ha lanciato una versione più sportiva, la CB350RS, proseguendo nel suo progetto di rilancio del segmento delle moto di medie dimensioni da 350-500 cc.

Visto che il modello si è dimostrato vincente, Honda lo importa in Giappone, e chissà se questa non sia la prima mossa di un arrivo della CB350 H'ness/GB350 anche nel mercato europeo, in un futuro prossimo.

Com'è

La GB350 riprende lo stile classico del modello dedicato all'India, rispettandone le linee contemporanee e l'immagine iconica delle gloriose CB, riproponendole in chiave moderna.

È una monocilindrica da 348,36 cc raffreddata ad aria che eroga 21 CV a 5.500 giri e 30 Nm a 3.000 giri.

Si caratterizza per uno stile universale e intramontabile, con doppi ammortizzatori posteriori, parafanghi in acciaio, faro tondo, una posizione di guida rilassata e una livrea blu che non è previst per il mercato indiano.

A livello tecnologico, è dotata del sistema Honda Selectable Torque Control (HSTC), equivalente a un controllo della trazione.

Come le gloriose CB della seconda metà del secolo scorso, con qualche accorgimento moderno, indispensabile per l'appeal.

Che colpire un vasto pubblico: da quello più giovane e inesperto a quello femminile, ma anche i motociclisti più esperti attratti dal suo caratteristico stile vintage.

Honda ha sempre dimostrato di essere un sempre un passo avanti riguardo lo sviluppo dei motori: è stata la prima a ridurre il regime di giri dei suoi propulsori e, con la produzione dei modelli NC (le varie NC 750, NC 750 X e NC 750 S, nelle versione con cambio tradizionale o a doppia frizione DCT ha dato vita anche agli scooter Integra e X-ADV) ha prodotto il bicilindrico parallelo con un allungo che non sfora i 6000 giri.

Anche il motore della GB350 sarebbe omologabile secondo la normativa Euro 5: dopo i rumor sul suo arrivo nel Vecchio Continente, la caratteristica del monocilindrico fornisce un secondo indizio, che ci fa arrivare a una coincidenza.

Aspettiamo allora il terzo indizio, per avere la prova del suo arrivo nel mercato europeo.

Articoli che potrebbero interessarti