Tu sei qui

MotoGP, Alex Marquez: "Ho una frattura al piede destro, ho commesso un errore"

"Sono caduto in curva 9 ed ho avuto un high side. Il dottore mi ha dichiarato non idoneo ma domani proverò a convincerlo. Abbiamo abbastanza dati, non sarebbe un problema non correre"

MotoGP: Alex Marquez: "Ho una frattura al piede destro, ho commesso un errore"

Share


La sessione di oggi è terminata in anticipo per Alex Marquez. Il pilota del team LCR è stato protagonista di un high side in curva 9 e ha rimediato una piccola frattura di 2mm al quarto metatarso del piede destro. 1'54''692 il suo miglior tempo odierno. Lo spagnolo è stato momentanemente dichiarato non idoneo a scendere nuovamente in pista. Nonostante questo Alex ha ribadito di esser pronto a salire di nuovo in moto, nel caso in cui domani arrivasse l'ok da parte dei medici.

“Nella prima parte della sessione di oggi ho provato molte cose importanti. In realtà in mattinata ho girato con delle condizioni un po’ anomale perché poi in gara non ci sarà la stessa situazione. Nel pomeriggio ho cambiato le gomme e ho provato a fare un buon tempo per migliorare ma sono caduto. In fondo siamo qui per questo, per provare delle nuove cose – le parole di Alex Marquez –  Sono caduta in curva 9 ed è stato un high side, fortunatamente sto bene. Ho una piccola frattura al piede destro. Per ora il dottore ha detto che non sono idoneo a riscendere in pista ma se domani avremo delle buone condizioni meteo proverò a convincerlo. Io mi sento bene e penso che non avrei problemi in moto”.

Hai detto che dovrai lavorare molto domani. Hai ancora una lunga lista di cose da mettere in pratica?
“Devo ancora lavorare per poi poter essere pronto per la gara. Devo concentrarmi sulla simulazione di gara, il time attack e altre cose. Sono caduto in una curva in cui ero già molto veloce perché stavo cercando di aumentare il ritmo. Sono andato un po’ oltre e ho commesso un errore. Dovrò rivolgere la mia attenzione sulle altre curve dove perdo qualcosa, in quel punto vado già molto bene. Devo cercare di controllare i miei limiti. Mi dispiace per la squadra perché sono caduto diverse volte. In Qatar ce ne sono sempre molte, è difficile con le alte temperature capire bene la gomma anteriore”.

Hai avuto diverse cadute in queste due sessioni di test, cosa ne pensi?
“Penso che tutti cadano. Devo dire che è difficile capire le prestazioni della gomma media o dura sull’anteriore con queste condizioni. Non abbiamo molte informazioni ed è facile perdere il controllo. All’inizio ho provato a mettere le gomme medie, è andata leggermente meglio ma non ci sono grandi riscontri sul davanti e per questo è facile scivolare. Se domani non dovessi aver modo di scendere in pista avremmo comunque abbastanza dati per poter iniziare bene la stagione. Se il dottore dirà che sono ok allora proverò. Nel 2017 a Le Mans ho corso con una frattura più seria al braccio sinistro mentre ora ho una frattura piccolissima. Comunque, non sarebbe un problema non scendere in pista”.

Caduta per Marquez, arriva Iker Lecuona in versione taxi

Dopo la caduta in curva 9, che ha lasciato a piedi Alex Marquez, ci ha pensato Iker Lecuona a dare un passaggio al numero 73. Il pilota KTM ha dato uno strappo ai box al compagno velocizzando i tempi di rientro in pit lane.

 

Foto: Facebook MotoGP

Articoli che potrebbero interessarti