Tu sei qui

Triumph Rocket 3 2021, più sportiva ed elegante in due versioni

R Black e GT Triple Black, versioni in serie limitata della Triumph Rocket 3, che esaltano l'eleganza muscolosa della cruiser inglese

Moto - News: Triumph Rocket 3 2021, più sportiva ed elegante in due versioni

Share


Triumph lancia due nuove versioni in tiratura limitata della sua poderosa cruiser: Rocket 3 Black e Rocket 3 GT Triple Black, che mostrano il lato più sportivo e seducente, contraddistinto dall'eleganza del look nero.

Carisma in abbondanza

Una moto con un motore a 3 cilindri in linea da 2.458 cc, due fari tondi che ti fissano dritto in faccia come due candidi occhi spalancati e un gommone posteriore da 240 mm può avere ancora più carisma e personalità?

Già di per sé, la Triumph Rocket 3 ne ha da vendere, di serie a un prezzo che parte da 23.100 euro f.c.. (24.500 euro per la GT), in quella più esclusiva della versione TFC è stata così convincente da esaurire tutti i 750 esemplari realizzati al prezzo di 29.000 euro f.c..

Evidentemente a Hinckley non erano ancora soddisfatti, perché la casa inglese ha lanciato altri due modelli contraddistinte da un aspetto in comune: il colore nero.

Si chiamano Rocket 3 R Black e Rocket 3 GT Triple Black e sono prodotte in edizione limitata a 1.000 esemplari in tutto il mondo.

Come sono

La Triumph Rocket 3 R Black si mostra ancora più compatta e aggressiva, con la livrea total black con accenti opachi e lucidi ben accostati che esaltano la sua impostazione da muscle cruiser sportiva.

Le pedane si possono regolare in due posizioni, o la posizione standard oppure abbassarle di 15 mm, a seconda dell'esigenza.

Più elegante e sofisticata la Rocket 3 GT Triple Black, arricchita con un raffinato schema a tre colori tono-su-tono. Dalla sorella si distingue per la sua impostazione da turismo, con cupolino, manubrio più alto rivolto verso il pilota, sella più ampia e più bassa (750 mm contro 773 mm) e schienalino regolabile in altezza per il passeggero, per lunghi viaggi in comodità.

Le pedane si possono regolare in tre posizioni, o la posizione standard oppure abbassarle o alzarle di 25 mm.

Minima la differenza di peso tra le due Triumph, con la Rocket 3 R Black che pesa 191 kg a secco, tre in meno rispetto alla sorella.

Caratteristiche comuni

Nella loro unicità, la Rocket 3 R Black e Rocket 3 GT Triple Black condividono alcuni aspetti: ogni esemplare viene consegnato accompagnato da un certificato di autenticità collegato al numero di telaio.

Inoltre, esteticamente sono contraddistinte dal parafango anteriore in carbonio e tanti dettagli neri come la finitura nera nella sezione del motore dei terminali, il paracalore verniciato di nero, i collettori verniciati a polvere nera; il doppio faro anteriore, i supporti fly screen, le coperture del radiatore, la sella, il codino, il logo Triumph sul serbatoio.

Inoltre, molte parti sono anodizzate come i cerchi a venti razze; il telaietto posteriore; le leve del freno e della frizione; i riser e il manubrio; l'ammortizzatore posteriore; la protezione forcellone posteriore; il cavalletto laterale; i pedali del freno posteriore e del cambio; le pedane del pilota e del passeggero; i paratacchi; lo schienalino passeggero e gli specchietti retrovisori bar-end.

Caratteristiche invariate

Quello che non cambia è la tecnica e la ciclistica. Il motore infatti resta il tricilindrico da 2.458 cc, ovvero il più grande motore motociclistico di serie al mondo, forte di una coppia massima di 221 Nm a già disponibile a 4.000 giri e di una potenza di 167 CV a 6.000 giri.

Grazie al cambio elicoidale a sei rapporti, gli innesti sono più fluidi e precisi rispetto a quelli con un cambio normale, ma a richieste è possibile aggiungere il cambio Quickshift a doppia direzione, per il massimo della comodità.

La ciclistica si completa di un telaio in alluminio leggero e di elevata rigidità e di sospensioni Showa composte da forcella regolabile da 47 mm con nuovi componenti neri anodizzati e ammortizzatori posteriori completamente regolabili con serbatoio separato (estensione, compressione e precarico).

Possente l'impianto frenante assistito dall'Optimised Cornering ABS con due dischi anteriori da 320 e pinza radiale Brembo Stylema monoblocco a quattro pistoncini e un disco da 300 mm con pinza monoblocco Brembo M4.32 a quattro pistoncini, montati su appariscenti cerchi da 20 raggi che misurano 17 pollici all'anteriore e 16 al posteriore (messo ben in evidenza dal lato destro dal possente forcellone monobraccio) con gomme rispettivamente da 150/80 e 240/50.

Il serbatoio da 18 litri garantisce una elevata autonomia in viaggio, salvo lo stile di ognuno di ogni motociclista.

Sia la Rocket 3 R Black e Rocket 3 GT Triple Black sono dotate di serie di traction control, di Hill hold control e cruise control; una mappatura del motore che consente di scegliere tra quattro modalità di erogazione (Road, Rain, Sport e Rider-configurabile); display TFT predisposto per la piattaforma My Triumph Connectivity (optional); gruppi ottici full LED; avviamento e blocco sterzo keyless.

Le manopole riscaldate sono di serie, ma solo sulla Rocket 3 GT Triple Black.

Il navigatore satellitare turn-by-turn invece è un optional per entrambe le cruiser inglesi, come il sensore di monitoraggio della pressione degli pneumatici.

Disponibilità e prezzi

L'arrivo nelle concessionarie delle Triumph Rocket 3 R Black e Rocket 3 GT Triple Black è previsto per maggio.

Il prezzo non è ancora stato ufficializzato dalla filiale italiana e lo comunicherà in un secondo momento.

Articoli che potrebbero interessarti