MotoGP, VIDEO - Pernat: "Rossi sta faticando, forse rimarrà l'ultimo in Yamaha"

Il manager genovese ha commentato i test in Qatar: "Bradl è il caposquadra in Honda, come Miller in Ducati. Aprilia ha bisogno di un tester, è il momento di convincere Dovizioso"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


La prima sessione di test della MotoGP in Qatar è finita ieri sera, ora ci saranno due giorni di pausa e poi i piloti saranno ancora in pista a Losail da mercoledì a venerdì per le ultime prove prima della gara. Carlo Pernat ha seguito con attenzione i lavori da bordo pista e ha risposto alle domande dei lettori di GPOne in una diretta che potete rivedere integralmente qui sopra.

Anche se si tratta solo delle prime impressioni, il manager genovese inizia ad avere le idee chiare su quali siano i valori in campo.
In casa Honda il caposquadra è Bradl, ha dato mezzo secondo a tutti e quindi la leadership è sua - ha detto - Pol Espargarò ha la scusante di essere alla sua prima volta sulla RC231V, ma Alex Marquez e Nakagamin no. Sicuramente le altre Case non potranno più accettare che Stefan però faccia test e gare, è come se avesse le concessioni. Verrà fuori un casino”.

Poi Pernat si è spostato sulle altre squadre.
Continuando con il gioco dei capisquadra, in Yamaha ce ne sono due: Quartararo e Morbidelli, più Franco che Fabio- ha affermato - In Ducati è Miller, con Bagnaia più vicino, Jack mi sembra pronto a giocarsi il Mondiale. In KTM la battaglia per la leadership è tra Oliveira e Binder”.

Rossi, invece, non lo ha convinto.
Valentino non si è nascosto, sarà un’annata non facile per lui - la sua opinione - Non è andato molto bene, per usare un eufemismo, mentre Morbidelli e Quartararo sono andati forte. Sta avendo delle difficoltà, sicuramente si metterà a posto nei prossimi test, ma ho i miei dubbi che riesca a mettersi davanti a un altro pilota Yamaha”.

Qualche dubbio lo ha anche su Zarco.
Devo ammettere che Zarco l’anno scorso, anche se non ha fatto cose eccezionali, ha dimostrato di meritare il posto in Pramac. Però Miller è più in palla e più forte di Johann e anche Bagnaia, se si metterà a posto”.

La sorpresa di questi test è stata Aprilia.
I prossimi giorni di test saranno importanti per vedere il passo e credo che Aprilia si concentrerà su questo, però tanto di cappello perché è lassù in cima. Chiaramente devono fare tante prove e devono prendere un collaudatore, questa è la chiave” ha avvertito.

Pernat per primo aveva fatto il nome di Dovi come candidato in questo  ruolo.
Dovizioso e l’Aprilia si stanno parlando, dopo questi risultati, se mettessero sul piatto un contratto di due anni con l’opzione per correre nel 2022 e un po’ di soldi Andrea potrebbe anche accettare - ha affermato Carlo - Perché no? Sarebbe il momento giusto, visto che la moto è nata bene. Dovi è una delle poche persone in grado di fare quel lavoro e i risultati di questi test potrebbero aiutare a convincerlo”.

Questi sono solo alcuni temi affrontati da Pernat, che ha descritto anche le restrizioni che ci sono contro il coronavirus e molto altro. Mettetevi comodi e gustatevi il video.

 

Articoli che potrebbero interessarti