Tu sei qui

MotoGP, Taramasso: "Con la nuova Michelin morbida si può fare il Gran Premio"

"Tutti sono soddisfatti, temperature e consumo sono sotto controllo. Con la nuova morbida al posteriore si possono fare 25-28 giri su dei buoni tempi"

MotoGP: Taramasso: "Con la nuova Michelin morbida si può fare il Gran Premio"

Share


Test per tutti i piloti MotoGP e anche per Michelin, fornitore unico di pneumatici per la MotoGP che, dopo una stagione 2020 da "capro espiatorio" delle sofferenze dei piloti, si sta preparando alla nuova stagione con sicurezza e decisione. Lo scorso anno, infatti, Michelin aveva portato in pista una nuova mescola al posteriore che ha dovuto essere "digerita" da piloti e team e che in questa stagione si appresta ad essere, ancora una volta, protagonista. 
"Per queste sessioni di test in Qatar abbiamo portato le stesse mescole che porteremo ai due Gran Premi - ha detto Taramasso, direttore di Michelin per il Motorsport - Nella terza giornata abbiamo visto dei tempi convincenti se si pensa che i piloti stanno iniziando a guidare adesso e che alcuni di loro hanno cambiato moto". 

Quali saranno, dunque, le gomme disponibili nei due GP del Qatar che inaugureranno la stagione MotoGP?
"Per quanto riguarda l'anteriore abbiamo una soft, una media asimmetrica, con spalla destra dura e centro-sinistra morbida, ed una dura. Per il posteriore, invece, abbiamo eliminato la gomma morbida dello scorso anno perchè si muoveva e consumava troppo. In pratica, ora, la media portata qui nel 2020 è la nuova morbida, la vecchia dura è la media 2021 e poi abbiamo anche una nuova media da utilizzare con temperature alte". 

Quali sono stati i primi feedback da parte dei piloti?
"Mi sono sembrati tutti soddisfatti, la costanza è una caratteristica di queste gomme e con la morbida si possono anche fare 25-28 giri su dei buoni tempi. Mi è sembrato che sia le temperature che il consumo siano state sotto controllo per tutti". 

 

Articoli che potrebbero interessarti