MotoGP, Rossi: "Il nuovo telaio? Simile al vecchio e non ho grip al posteriore"

"È stata una giornata difficile, dovremo studiare i dati e trovare una nuova strada per il bilanciamento. Ho parlato con Crutchlow, ci potrà aiutare"

Share


Bisogna scorrere quasi fino in fondo la classifica di questa seconda giornata di prove per trovare il nome di Valentino Rossi, che oggi ha chiuso 20°, non riuscendo a migliorare il proprio tempo di ieri. Se le altre Yamaha sono tutte nei primi 7 posti, quella del Dottore è evidente difficoltà e le sue parole rispecchiano le difficoltà a lottare contro il cronometro.

È stata una giornata difficile, non sono stato veloce e ho faticato a trovare grip al posteriore - il suo riassunto - Abbiamo provato diverse cose, ma non abbiamo trovato una soluzione e soffro specialmente in accelerazione. Ora avremo due giorni per studiare i dati e farci trovare pronti per il prossimo test”.

A volere essere cattivi, verrebbe da dire: nuovo anno e vecchi problemi.
“Ogni volta ci sono problemi diversi. Ho provato delle cose nuove, come il telaio 2021, ma le sensazioni sono rimaste simili. Nei prossimi 3 giorni avremo altro materiale, ma dobbiamo cercare un bilanciamento diverso che mi permetta di uscire più forte dalle curve”.

È un problema di assetto?
Abbiamo provato a fare una moto più facile da guidare e nel misto mi trovo bene, però perdo troppo in accelerazione e quindi fatico nelle curve veloci”.

Il nuovo telaio non sembra essere piaciuto molto nemmeno a Quartararo.
L’impressione è che sia molto simile al 2020, non a quello 2019. Non ho avvertito grosse differenze nella guida”.

Cosa è peggio: il 20° posto di oggi o il 1”7 di ritardo da Quartararo?
Entrambe le cose. Oggi non mi sono sentito a mio agio in moto, non sono stato abbastanza veloce e bisognerà studiare i dati per trovare una strada diversa”.

In classifica tuo fratello Marini è davanti.
Ho avuto qualche problema con la moto a fine turno e non sono riuscito a fare un giro veloce, avrei potuto migliorare. Comunque sono contento per Luca, sono riuscito a parlargli ed era felice, oggi ha tenuto un buon passo, è migliorato rispetto a ieri”.

Hai parlato anche con Crutchlow?
A inizio giornata abbiamo fatto anche 2 o 3 giri insieme, ma è stato solo un caso. Ho parlato con lui e anche con Galbusera, i riscontri di Cal sono importanti ed è veloce. Ha idee interessanti perché viene dalla Honda e potrà aiutarci. Sono riuscito anche a scambiare qualche parola con Vinales ieri, ci siamo visti in Clinica Mobile, però sta facendo un lavoro diverso dal mio e non abbiamo parlato mtolto di moto. Oggi lui è stato veloce, come anche Fabio e Franco, è stata una buona giornata per la Yamaha”.

Articoli che potrebbero interessarti