Tu sei qui

MotoGP, La guerra dell'aerodinamica: anche la Honda si ispira alla Ducati

Durante il terzo giorno di test a Losail Nakagami è sceso in pista con una carenatura ispirata a quella della Ducati nella quale si nota la ricerca di un maggiore carico alare  

MotoGP: La guerra dell'aerodinamica: anche la Honda si ispira alla Ducati

Share


Con i motori congelati, a causa della richiesta delle case di diminuire i costi, la ricerca si è spostata sull'aerodinamica, visto che rispetto al 2020 è permesso un aggiornamento. La dimostrazione, semmai ce ne fosse bisogno, che nelle corse non conta tanto ciò che si proibisce, quanto il 'budget-cap'. Un tetto agli investimenti che limita di fatto l'aumento di costi.

Senza questa semplice regola ciò che avviene è un semplice spostamento delle risorse da un compartimento di ricerca all'altro, senza una reale diminuzione delle spese. Della serie, se quest'anno non posso investire sul motore, tanto vale buttarsi sulla ricerca aerodinamica che può sembrare meno costosa solo per chi non tiene conto dell'impegno richiesto da chi si dedica a questo titpo di attività nelle gallerie del vento.

Ecco dunque, per quanto riguarda l'HRC, il risultato: una nuova carenatura per la RC213-V, in questo caso provata da Nakagami del team LCR. Come si può vedere raffrontandola con quella del 2020 utilizzata da Pol Espargarò si notà un aumento della superficie alare che nelle forme ricorda quelle della Ducati.

 

Articoli che potrebbero interessarti