Tu sei qui

SBK, Superbike: Dorna prende il Mondiale 2021 per le corna

Tamponi, Protocollo AntiCOVID e non solo: atteso un terzo calendario con la possibilità che una nuova pista entri nel Campionato 

SBK: Superbike: Dorna prende il Mondiale 2021 per le corna

Share


Sono giornate intense nel quartier generale di Barcellona. Da una parte c’è infatti l’imminente partenza del Motomondiale, che nel weekend vedrà i primi test sul tracciato di Losail, dall’altra invece l’attenzione verso la Superbike. Sul fronte delle derivate i tempi però sono più dilati, dal momento che il Mondiale scatterà soltanto a maggio e di conseguenza il cronometro gioca a favore.

Al momento, la pista di partenza è quella di Estoril, in occasione del weekend del 7-9 maggio dopo lo slittamento di Assen a luglio. Peccato che sul round portoghese aleggi un grosso punto interrogativo, a causa della questione legata alla diffusione della Pandemia e il conseguente divieto di pubblico in circuito.

Ecco quindi che l’ipotesi più concreta, come più volte detto, è quella di un Mondiale che prenda il via da Aragon, anche se negli ultimi giorni abbiamo saputo che Dorna sta provando a fare un tentativo per confermare il via del Campionato sul tracciato portoghese.

A proposito di calendario, il 2021 potrebbe portare con sé qualche novità. Già, perché la situazione pandemica è in continua evoluzione e di conseguenza si cerca di trovare strade alternative. Una di questa porta all’Austria. Secondo gli ultimi rumors del paddock, i quali hanno trovato conferma anche dal nostro collega Carlo Baldi, con cui ci siamo recentemente interfacciati, l’Organizzatore sta valutando di portare il Campionato sul tracciato del Red Bull Ring, che come ben sappiamo dal 2016 ospita il Motomondiale. Un'ipotesi che stuzzica quella di un round a Spielberg, palcoscenico inedito per Rea e compagni.

La pista austriaca non è però l’unica strada che ha sondato la Dorna, perché l'Organizzatore ha guardato anche da un’alta parte, ovvero in Repubblica Ceca, considerando come eventualità anche il tracciato del Most. D’altronde, in una situazione come attuale di Pandemia, si cerca di tenere ben aperti gli orizzonti.

Questo per quanto riguarda il Calendario, poi c’è la questione legata al protocollo da seguire per la prossima stagione, dove si ripercorrerà molto probabilmente la strada percorsa nel 2020. Pertanto: paddock blindato, media ridotti su indicazione dell’Organizzatore e  il tema hospitality, dove sotto questo aspetto aspetto potrebbe esserci un’apertura, qualora la situazione legata alla Pandemia dovesse migliorare.

E' proprio questo uno dei temi che terrà banco nei mesi a venire, dal momento che le squadre non vogliono certo rinunciare ai proprio sponsor.  Dorna potrebbe infatti valutare un numero ridotto di ospiti per ogni team. In questo caso però stiamo andando troppo in là con i ragionamenti e un Virus che continua a recitare la parte di protagonista, dettando legge.

Di sicuro, in occasione del test del 31 marzo-1 aprile, ne sapremo sicuramente di più in merito alle linee guida del prossimo Mondiale, anche se la strada sembra in parte essere tracciata.     

Articoli che potrebbero interessarti