Tu sei qui

Buell 1190 Super Touring, la adventure bike da 185 CV

La Buell 1190 Super Touring è sviluppata sulla stessa piattaforma della superbike 1190SX e sulla naked 1190RX, ma arriverà nel 2023.

Moto - News: Buell 1190 Super Touring, la adventure bike da 185 CV

Share


Buell, o meglio, la EBR Motorcycles, società acquisita dalla Liquid Asset Partners nel gennaio 2016, non perde tempo e annuncia la ripartenza e al contempo il lancio di ben 10 modelli entro il 2024. Di questi, tre sono sviluppati attorno al motore bicilindrico raffredato a liquido da 1190 cc e 185 CV: la superbike 1190SX, la sua derivata streetfighter 1190RX e una adventure bike, la 1190 Super Touring che, dal punto di vista estetico, per ora resta ancora nell'ombra.

Una piattaforma per tre

La Buell 1190 Super Touring è il terzo modello di tre previsto attorno al potente motore V2 da 1190 cc e 185 CV a 10.600 giri e 137,8 Nm a 8.200 giri, ma con una ciclistica che rispetta le esigenza del segmento, quindi manubrio largo, seduta larga, sella sdoppiata e borse rigide.

Insomma, tutto il necessario che serve per l'avventura in moto e anche di più, visto che 185 CV sono davvero tanti.

Ma immaginiamo che i tecnici delle EBR abbiano dotato la 1190 Super Touring di una centralina che coadiuvi tutti i sistemi tecnologici tra mappe, ABS, traction control e quant'altro per permettere una esperienza di guida adeguatamente piacevole all'erogazione.

Se per le sue cugine, la 1190RX e la 1190SX, sappiamo già quasi tutto, della 190 Super Touring conosciamo solo i dati tecnici del V2: esteticamente la EBR ha pubblicato online solo una sagoma scura su sfondo scuro.

BMW R 1250 GS, Ducati Multistrada V3, KTM 1290 Super Adventure S e la debuttante Harley-Davidson Pan America sono le rivali con le quali entrerà in concorrenza.

Design

Il design è stato sviluppato in collaborazione con il noto studio di design J. Ruiter e, da quel che si vede, ha un gruppo ottico full LED totalmente diverso dai modelli dai quali deriva, con due elementi circolari che sovrastano una striscia rettangolare.

La vista laterale però non tradisce la sua origine e riprende le fiancate della altre due 1190, con il serbatoio scolpito, il telaio e il forcellone messi bene in evidenza.

I dettagli ciclistici per ora non si conoscono, ma ci aspettiamo delle quote diversa rispetto la superbike e la streetfighter.

E tutte le informazioni, a meno di qualche più o meno involontaria fuga di notizia, non si conosceranno prima del suo arrivo sul mercato, previsto non prima del 2023, mentre le due 1190 arriveranno già nel 2021.

Al team della EBR quindi aspettano 3 anni molto intensi per lanciare ben 10 modelli da qui al 2024.

Il progetto

La LAP è la stessa compagnia che nel 2015 aveva messo in liquidazione la EBR Motorcycling, permettendone lo smembramento e al contempo al colosso indiano Hero MotoCorp, socio a 49% di Erik Buell, di impossessarsi dell'attività di ricerca e sviluppo.

Alla LAP è andato l'anno successivo quello che ne rimaneva per poi sparire dai radar motociclistici.

Fino alla fine di febbraio 2021, ovvero la settimana scorsa, riapparendo con l'annuncio del ritorno delle EBR Motorcycles, acquisendo anche i diritti di utilizzo del marchio Buell Motorcycles.

La piattaforma del V2 1190 non è proprio nuovissima e risale ancora al periodo della gestione Erik Buell: la produzione della EBR 1190RX è stata annunciata a gennaio 2014 e quella della 1190SX sei mesi dopo, quindi non dovrebbe essere conforme allo standard europeo sulle emissioni Euro 5.

Ecco perché, forse, la LAP ha acquisito i diritti dell'uso del marchio Buell Motorcycle solo negli Stati Uniti e non altrove, come per esempio in Europa, che resta ancora sotto l'egida di Harley-Davidson.

Articoli che potrebbero interessarti