Tu sei qui

SBK, CIV e National Trophy, la regola "under 25" della discordia

A distanza di un mese dalla sua entrata in vigore, analizziamo nello specifico e con precisazioni i punti sull'età minima, sul best lap del Mugello e sui piloti sotto osservazione

SBK: CIV e National Trophy, la regola "under 25" della discordia

Share


Modificare un regolamento in corso d’opera è da sempre una questione delicata, che difficilmente riesce a mettere d’accordo buona parte di coloro che ne fanno uso. Ne sa qualcosa il National Trophy, trofeo organizzato dal Motoclub Spoleto, da qualche settimana finito nell’occhio del ciclone in seguito all’introduzione di un limite di età per i più veloci a partire dalla prossima stagione. A distanza di un mese e mezzo dal primo round, la cosiddetta “regola under 25” sta già creando alcune diatribe significative.

In che cosa consiste

Come vi avevamo spiegato nel pezzo di febbraio (lo potete trovare QUI), dal 2021 il National Trophy metterà a frutto la direttiva vagliata insieme alla Federazione Motociclistica Italiana. Nella classe 1000 non potranno partecipare i piloti nati dopo il 1994, a meno che non si abbia registrato un best lap al Mugello superiore al 1’53" in gare FMI nel biennio 2019-20. Nella 600 la demarcazione è relativa al 1998 con l’aggiunta del 1’56” sul giro. Il tracciato ubicato sulle colline toscane giocherà un ruolo fondamentale decidendo le sorti degli usuali protagonisti. Quest’ultimi, se nati dal 1995 e con tempi migliori del 1’53", devono per forza emigrare in altri palcoscenici. D’altro canto, se il tempo è peggiore del riferimento precedente, anche quelli aventi 25 anni o meno possono correre nel NT 1000. Discorso analogo per la 600.

1994 dentro

Dopo aver letto la notizia ufficiale, in molti sono rimasti con il punto di domanda relativo alla fascia d’età sotto la lente d’ingrandimento. Entrando nello specifico della classe 1000, il 1994 non rientra nella nuova regola “under 25”, ma bensì il 1995. Per questo motivo, un alfiere del talento di Christian Gamarino (classe 1994) sarà in griglia nuovamente su una BMW con l’alloro finale quale obbiettivo.

Precisazioni sul best lap

Vanno fatte alcune puntualizzazioni sul best lap che ogni pilota dovrà comunicare al Motoclub Spoleto. Nel modulo di preiscrizione al trofeo 2021 è presente una parte da compilare denominata “best lap Mugello”, in modo alquanto generico.

Tuttavia, secondo quanto raccolto, vanno presi in considerazione soltanto i tempi effettuati durante le gare, prove libere e qualifiche escluse. Un elemento per certi versi inconcepibile dato che in gara non si è al limite come in qualifica, complicando maggiormente il passaggio sotto al muro del 1’53" e delimitando sensibilmente la cerchia di piloti in grado di riuscirci.

A chi si rivolge

L’intento di entrambe le parti è di creare una differenza netta tra CIV e NT, affinché i giovani talenti possano partecipare all’italiano. Stando al comunicato stampa, abbiamo indagato nel tentativo di individuare i possibili piloti in linea con le prerogative della normativa al via del trofeo nel 2019 e 2020: degli oltre 30 iscritti alla 1000, combaciano soltanto tre. Questi sono Flavio Ferroni (classe 1999 e best lap in 1’52”104), Francesco Cocco (classe 1995 e best lap in 1’52”720) e Alex Sgroi (classe 1998 e best lap in 1’52”446).

Se il primo è stato promosso nel CIV SBK da Nuova M2 Racing, anche per il secondo si prospetta un percorso simile con il salto nella top class del Campionato Italiano Velocità. Assai singolare la posizione di Sgroi che, malgrado età e tempo sul giro, prenderà regolarmente parte al NT 1000 tra i ranghi del Team Althea in quanto lo scorso anno non ha partecipato ad alcuna competizione. L’ultima prova del catanese è datata 6 ottobre 2019 (infatti il suo best lap risale alla prima tappa del Mugello di due stagioni or sono), mentre la regola vale esclusivamente per i concorrenti a gare FMI nel recente biennio.

Al contempo, lo stesso quesito si pone per coloro i quali sono intenzionati a viaggiare nel “verso opposto”, da CIV a NT. In tal senso ha creato scalpore la vicenda legata ad Alex Bernardi, intervenuto aspramente sui social in quanto impossibilitato a gareggiare nel trofeo per via della regola in questione. Alla fine, anch’egli correrà nel CIV SBK con Nuova M2 Racing.

"Sarò costretto a disputare un campionato italiano con piloti di MotoGP e professionisti, estremamente costoso con il rischio di smettere di correre a certi livelli. Tutto questo perché giro sotto al 53 al Mugello e sono under 25. Ma ovviamente a loro non importa nulla se non trovo il budget sufficiente per farlo. Questa regola assurda è stata ideata dato che degli incapaci hanno creato un campionato ridicolo e imbarazzante, al quale nessuno vuole partecipare e con una griglia di otto piloti", aveva riportato a novembre scorso l'originario di Cattolica.

L'appuntamento inaugurale è previsto il week-end del 17-18 aprile prossimi (guarda caso..) al Mugello, eppure la carne al fuoco è veramente tanta. In attesa dell’approvazione del regolamento, adesso stanno uscendo i numerosi nomi dei piloti in pista nel National Trophy 2021, prossimamente sapremo sicuramente qualcosa in merito per fare chiarezza su quanto accaduto durante l’inverno.

Articoli che potrebbero interessarti