SBK, Alex Lowes rinuncia ai test di Portimao, in pista solo Rea

A causa  dell’infortunio alla clavicola il pilota britannico non vuole prendere rischi, oltre a Johnny presente alla due giorni Isaac Vinales

Share


Il COVID non ferma la Superbike. Già, perché nonostante il persistere della Pandemia, squadre e piloti sono comunque pronti a tornare nuovamente in azione. È il caso della Kawasaki, che nelle giornate di giovedì 4 e venerdì 5 marzo sarà dai scena per una due giorni sul tracciato di Portimao.

All’appuntamento, per quanto riguarda il team KRT, ci sarà perà solo Johnny Rea, dal momento che Alex Lowes è alle prese con il recupero a seguito della caduta con la moto da flat track, rimediata lo scorso mese nei pressi di Barcellona: “Sto lavorando duramente per recuperare in collaborazione con i medici a Barcellona – ha dichiarato il britannico - voglio rivedere tutti i ragazzi della squadra e raggiungerli in pista il più presto possibile. Naturalmente, non vedo l'ora di guidare di nuovo la mia nuova Ninja ZX-10RR”.

In Portogallo ci sarà quindi solo il Cannibale per la squadra ufficiale, a cui toccherà il compito di portare avanti il lavoro: “È davvero bello provare di nuovo la Kawasaki e sono entusiasta di salire in sella – ha commentato - recentemente abbiamo ottenuto una certa consistenza da quando abbiamo provato durante l’inverno. A tal proposito abbiamo provato alcune nuove in merito al motore, anche se siamo stati costretti ad affrontare il maltempo. Pertanto, a Portimao, sarà fondamentale  confermare alcuni aspetti cercando di essere veloci e avere fiducia”.  

In pista ad Algarve vedremo anche Isaac Vinales con la Kawasaki di Orelac.

 

Articoli che potrebbero interessarti