Ducati e l’Università di Bologna rinnovano l'accordo per ulteriori tre anni

La collaborazione con l’Università rientra tra le attività intraprese dall’Azienda bolognese per potenziare lo scambio di competenze tra il mondo accademico e quello lavorativo

Share


Ducati è da sempre attenta e proattiva nel campo della formazione scientifica e culturale. Tutte le attività di formazione realizzate dall’Azienda sono pensate e sviluppate in collaborazione con il mondo dell’Università e della Ricerca, mettendo a disposizione il patrimonio di competenze umane, tecniche e professionali di Ducati. Non manca il coinvolgimento degli studenti più giovani della Scuola con il progetto ‘Fisica in Moto’ che abbiamo presentato pochi giorni fa.  Nell’ambito della formazione e ricerca, l'Università di Bologna e Ducati rinnovano l’accordo quadro di collaborazione per ulteriori 3 anni. Un'intesa che va avanti dal 2015 e con cui l'Ateneo e la Casa motociclistica si impegnano, grazie a una visione condivisa, a potenziare lo scambio di conoscenza tra impresa e università.

Ducati è impegnata nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni innovative da introdurre per portare migliorie sia sul prodotto sia nei processi aziendali, è in questo contesto di spinta all’innovazione continua che nascono le attività di ricerca in collaborazione con l’Università di Bologna. Il primo progetto è già stato firmato e partirà nelle prossime settimane, coinvolgerà un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Ingegneria Industriale sul tema dell’Additive Manufacturing. Si tratta di un processo industriale in cui l’idea di partenza viene disegnata in 3D su PC per poi essere fisicamente stampata. La modalità è in netta contrapposizione ai processi di produzione ‘classici’ nei quali attraverso delle macchine, come torni o frese, si va ad asportare materiale dal pezzo grezzo per arrivare al prodotto finito.

L’Ateneo e la Casa motociclistica lavorano insieme già da tempo anche sul fronte didattico, con il percorso in Ingegneria del Motoveicolo, inserito all'interno della laurea magistrale in Ingegneria Meccanica. Sempre nell’ambito delle sinergie tra le due realtà è nato anche il progetto Unibo MotoStudent, il Racing Team dell’Università di Bologna che ha realizzato un prototipo di moto elettrica da competizione, interamente progettata e costruita da un gruppo di studenti di Ingegneria Unibo, supportati dalla Fondazione Ducati e seguiti dagli ingegneri della Casa motociclistica di Borgo Panigale.

Inoltre, Ducati e l’Università di Bologna sono entrambi soci fondatori di una realtà unica nel suo genere, la Motor Valley University of Emilia-Romagna (MUNER), che con il suo programma formativo di eccellenza attrae nella regione i migliori studenti da tutto il mondo con l’obiettivo di formare i giovani talenti automotive del futuro. Grazie alle numerose occasioni di collaborazione tra Ateneo e Ducati gli studenti possono seguire lezioni, svolgere tirocini in azienda, sviluppare progetti di tesi, mettere in pratica le nozioni apprese in aula il tutto lavorando e operando insieme agli ingegneri Ducati. Tra le eccellenze italiane protagoniste del Campus della Motor Valley spiccano nomi del calibro di Lamborghini, Dallara, Ferrari, Pagani e Maserati oltre alla già citata Ducati.

Articoli che potrebbero interessarti