MotoGP, Tutte le foto della nuova Repsol Honda di Marquez ed Espargarò

GALLERY -  Presentazione virtuale anche per il team guidato da Alberto Puig: "Vogliamo che Espargarò lotti con Marquez per migliorare tutto il team"

Share


Honda ha presentato oggi il suo team ufficiale. Dopo le conferenze del team satellite LCR di Lucio Cecchinello, finalmente abbiamo potuto scoprire le moto della squadra ufficiale che quest'anno correrà con la coppia Marquez-Espargarò. Gran parte dell'attenzione era rivolta all'8 volte campione del mondo che però non ha dato nessuna indicazione sul suo possibile ritorno (QUI TUTTE LE SUE PAROLE)
Per il resto la presentazione si è concentrata sul nuovo arrivato Pol Espargarò che da subito dovrà cercare di prendere le misure della Honda per raggiungere gli obiettivi della squadra. 

"Spero che Pol possa portare risultati al team - ha detto Alberto Puig - ha esperienza, non è un ragazzino e il suo obiettivo deve essere lottare con Marquez e con tutti gli altri piloti. Mi aspetto una bella competizione all’interno del team e per farlo Pol dovrà capire al più presto la Honda. Proveremo a dargli il miglior materiale possibile". 

Il diretto interessato, però, mantiene un profilo più basso. Pol è un pilota d'esperienza e che ha guidato moto diverse in top class, sa che servirà un periodo di apprendistato. 
"Non so cosa aspettarmi da questa stagione - ha detto Pol Espargarò - Il 2020 è stato difficile per il Covid e ancora non sappiamo esattamente dove correremo quest'anno. Non avrò molti giorni di test a disposizione e credo che sarà un inizio di 2021 complicato. Di certo sarà importante stare molto calmo, devo avere il più possibile delle cose sotto controllo. È eccitante avere una opportunità così, ora è reale. 

Sugli avversari per il 2021, però, l'ex pilota KTM ha le idee ben chiare. 
"Beh, se Marc inizierà bene in Qatar, sarà quello da battere. È il numero uno anche se non ha corso l'anno scorso. Certo, sarà un tipo difficile da battere è il più veloce sulla griglia. È stato così per molti anni in passato ed è un riferimento per me e per tutta la categoria della MotoGP. Vedremo, ma di sicuro non possiamo dimenticare le Suzuki e le Ducati. Sarà una stagione interessante ma anche difficile".

Ha invece idee più simili a quelle di Alberto Puig Tetsuhiro Kuwata che, oltre ad elogiare e a caricare Pol Espargarò e Marc Marquez  si è espresso sui cambiamenti fatti alla moto in questo periodo di "congelamento" dello sviluppo dei motori. 
"Abbiamo davanti a noi un  grande sfida, normalmente sviluppiamo motore ma quest’anno non abbiamo potuto farlo, ci siamo focalizzati su altre aree e abbiamo provato a migliorarle. Il telaio è cambiato in alcune parti. Il nostro approccio non ha avuto troppi cambiamenti. Pol ha la velocità, abbiamo preparato la moto per lui e speriamo che possa lottare per il campionato. Marc, invece, ha bisogno di tempo per recuperare ma credo che tornerà più forte di prima". 

Articoli che potrebbero interessarti