Possibile scambio di date fra i GP d'Australia di F.1 e MotoGP

Secondo il capo dell'AGPC Andrew Westacott, la MotoGP potrebbe correre nell'estate australiana, come hanno sempre richiesto i piloti

Share


Il Gran Premio d’Australia della MotoGP potrebbe cambiare data, e passare dalla fine della stagione all’inizio.
A scriverlo è Motorsport che parla di una sostituzione: in pratica il GP di F.1 passerebbe alla data di quello della moto e viceversa.

I due eventi, infatti, sono entrambi gestiti dall’Australian Gran Prix Corporation. Quest’anno, purtroppo, memori anche di ciò che è accaduto l’anno passato la gara all’Albert Park è stata rinviata al 21 novembre, quattro settimane dopo la gara della MotoGP.

Secondo il capo dell'AGPC Andrew Westacott, questo ha aperto la porta per un importante ripensamento in termini di tempi per entrambi gli eventi.

Dice che ora ci sono quattro opzioni quando si tratta di programmare per il 2022 e oltre, una delle quali è effettivamente uno scambio diretto tra gli eventi di F1 e MotoGP.

Questo manterrebbe la distanza tra i due, importante sia per la gestione dell'evento che per la vendita dei biglietti, e affronterebbe le regolari richieste dei piloti di spostare Phillip Island a una data autunnale in cerca di un tempo migliore.

Non ci sono comunque ancora garanzie che uno dei due eventi vada avanti quest'anno, con le frontiere dell'Australia chiuse al resto del mondo.

Chiunque entri nel paese è infatti ancora soggetto a 14 giorni di quarantena in albergo, una pratica che difficilmente verrà abbandonata finché i vaccini non avranno raggiunto un livello significativo di circolazione mondiale.

Il programma di vaccinazione dell'Australia è iniziato oggi (lunedì) e dovrebbe essere completato entro ottobre.

Come saprete si è disputato l’Australian Open di tennis, ma gli atleti e gli addetti ai lavori si sono dovuti sottoporre a due settimane di quarantena.

 

Articoli che potrebbero interessarti