Tu sei qui

Francia: i motociclisti in protesta a Parigi

Migliaia di moto in protesta contro una legge che vieta il sorpasso delle auto tra gli spazi delle corsie quando le auto sono in colonna. Previsti meno 3 piunti patente e multa di 135 euro

Moto - News: Francia: i motociclisti in protesta a Parigi

Share


Con i motociclisti francesi, non si scherza! Lo sanno bene le autorità del paese stesso. Quando c'è da protestare, si muovono in migliaia, uniti, insieme. Guai chi gli si mette contro di loro. L'ultima protesta dei rider francesi, è avvenuta ieri in diverse città francesi. Perché? Perché una legge ha vietato la possibilità di superare e dunque districarsi fra le file delle auto in coda. La legge è entrata in vigore appena due settimane fa; il tempo di organizzare la manifestazione, e via, im migliaia per le strade di Parigi, Lione, Tolosa, Lille e Bordeaux. A riportare la protesta organizzata come al solito dalla FFMC (Fédération française des Motards en colère - Federazione dei motociclisti arrabbiati), è il giornale Le Figaro, che ha anche Twittato la foto in copertina.

"Non serve più avere la moto"

La multa è di 135 euro, ed oltre a questo sono previsti 3 punti patente in meno. Un passo indietro del Ministero dei Trasporti francese, visto che nel 2016 aveva introdotto la possibilità di "infilarsi" tra le auto in fila. Il Governo, ha deciso di fare retromarcia, perché il test non è stato superato, visto che i sinistri stradali sono aumentati del 12%. Si sono infatti registrati 1.650 incidenti leggeri, di cui 161 con feriti gravi e 16 mortali. Il coordinatore di FFMC, Jean Marc Belotti, ha così dichiarato: “È la caratteristica delle moto di circolare fra le file delle auto se ci proibiscono di farlo, non serve più avere la moto”.

In Italia, è vietato!

Da noi, com'è la situazione? Nel Bel Paese, superare le auto in colonna è vietato! A regolare la cosa è l'articolo 148 del Codice della Strada che regola il sorpasso. La multa prevista La va da 42 a 173 euro a seconda della gravità dell'infrazione quando si resta nel proprio senso di marcia. Se invece si va contromano, si va dai 167 ai 666 euro. Facciamo dunque attenzione. Del resto, la cosa rimane molto pericolosa, e chi ha avuto un incidente, lo sa molto bene.

Articoli che potrebbero interessarti