Tu sei qui

Ducati Scrambler Tuttoterreno, la special versatile e leggera

Filippo Barbacane dopo tante special Moto Guzzi by Officine RossoPuro, realizza una special sulla base di una Ducati Scrambler.

Moto - News: Ducati Scrambler Tuttoterreno, la special versatile e leggera

Share


Filippo Barbacane conosce le Moto Guzzi come le sue tasche, potrebbe creare una special sulla base di un qualsiasi modello di Mandello a occhi chiusi, sotto l'egida della sua Officina Rossopuro.

Questa volta invece si cimenta su un'altra base, sempre italiana: un Ducati Scrambler 1100. Il risultato è una special leggera e versatile che esalta l'indole offroad della moto bolognese.

Lunga evoluzione e attesa

Era da un po' di tempo che Filippo voleva lavorare su una Ducati e sapeva che la Scrambler era la sua prossima missione.

Ci stava pensando dal 2018 se non che era un periodo già molto impegnativo e tempo da dedicare a questo lavoro non ce ne aveva, nonostante il progetto fosse già chiaro nella sua testa.

Barbacane aspettava l'occasione buona e, come spesso succede quando cerchi una cosa e non la trovi, anche in questo caso è lei che trova te, quando nel 2019 Ducati ha contatto Officine Rossopuro proponendogli la Scrambler 1100.

Il risultato poi è stato presentato in occasione della premiazione della Custom Rumble 2020, edizione in cui il creatore di Officine Rossopuro ha fatto parte della giuria insieme a Nicholas Hoult, Chaz Davies, Andrea Dovizioso, Anthony Dutch Van Someren.

L'intenzione poi era quella di presentare la sua Ducati Scrambler Tuttoterreno durante le varie manifestazioni del 2020, purtroppo però il coronavirus ha scombinato tutti piani e l'attesa prosegue ancora.

Versatilità

L'idea di Filippo Barbacane era quella di esaltare la versatilità della Scrambler, aspetto che sta influenzando i suoi ultimi lavori.

Perché se un customizzatore non può esimersi dalla sperimentazione, deve anche difendere il fondamento secondo il quale una moto deve essere utilizzata.

Quindi non una special da esposizione fine a se stessa ma da poter godere tutti i giorni, modificata secondo i propri gusti.

Lo spirito offroad della Scrambler di Officine Rossopuro è messo in evidenza dalla ruota anteriore da 21”, così per prima cosa sono state subito cambiate le sospensioni: la forcella è quella della Desert Sled e il posteriore è stato rialzato.

Per ovviare al problema del telaietto originale, troppo basso e ingombrante, è stato realizzato no nuovo, più adatto allo stile della moto.

Grazie a questa soluzione è stata ricollocata la parte elettrica e la batteria al litio e di alzare la posizione di guida.

La carrozzeria

Una moto votata all'offroad deve essere leggera e quindi l'alluminio è venuto incontro a Filippo nella creazione della nuova carrozzeria: serbatoio che deve garantire una certa autonomia, cupolino, sella monoposto, sottocoppa paramotore e fiachetti sono in alluminio battuto a mano.

Filippo ha mantenuto l'originale gruppo ottico anteriore, caratteristico per la Scrambler.

La cover portapacchi si può sganciare e al suo interno si trova un toolbox, mentre il portapacchi è stato realizzato con tecnologia stampa 3d e il parafango anteriore per ovvi motivi pratici da off-road è in abs.

I cerchi sono in alluminio con trattamento tubeless e montano pneumatici Pirelli Rally STR, giudicato un compromesso tra off-road e stradale, dalle misure di 90/90 e 170/60-17.

Filippo ha modificato anche lo scarico Termignoni, collettori inclusi, avendo modificato il telaio posteriore.

“Ho scelto la classica colorazione giallo Scrambler proprio per esaltare l’appartenenza a questo modello così affascinante, lasciando in parte sul serbatoio l’alluminio lucidato a vista.

La moto in movimento ha una guida eccellente, veloce nei cambi di direzione su strada ma anche in off-road risulta divertente ma soprattutto penso di avere centrato l’idea iniziale di avere una moto versatile, utilizzabile in tutte le situazioni”, conclude Filippo Barbacane.

Al quale auguriamo di poter finalmente mostrare dal vivo agli amanti delle moto la sua Ducati Scrambler Special.

Articoli che potrebbero interessarti