Tu sei qui

RC familiare, premi ridotti del 50% per le moto

Chi ha usato l’RC familiare per la propria moto o scooter, ha risparmiato fino al 50%, per un valore massimo di 356 euro.

Moto - News: RC familiare, premi ridotti del 50% per le moto

Share


Il 16 febbraio l’RC familiare ha compiuto un anno: la norma permette di assicurare i veicoli presenti nel nucleo familiare utilizzando la classe di merito più favorevole fra quelle dei componenti della famiglia. In buona sostanza, sfruttando questa norma si può pagare un premio di importo inferiore.

L'RC familiare permette di risparmiare sul costo dell'assicurazione moto, sia in caso di stipulazione di un nuovo contratto che in fase di rinnovo e si può applicare anche tra veicoli di diversa tipologia: quindi chi deve assicurare o rinnovare l'assicurazione della propria moto, può sfruttare l'eventuale classe di merito migliore dell'auto presente in casa, ma anche viceversa.

L'analisi

Facile.it, il sito specializzato nella comparazione di assicurazioni, prestiti, mutui, contratti energetici e telefonici, ha analizzato un campione di oltre 1,2 milioni effettuati dagli utenti del portale tra il 16 febbraio 2020 e il 7 febbraio 2021 e i relativi risultati di quotazione prodotti.

L'elaborazione dei dati ha evidenziato che chi ha usato l’RC familiare per la propria moto o scooter, ha risparmiato fino al 50% (per un’auto il risparmio è è stato del 55%), per un valore massimo di 356 euro.

Le regioni italiane con la più alta richiesta dell'RC familiare per le moto sono state la Calabria, la Puglia e la Campania.

L'analisi svolta da Facile.it ha preso in considerazione una percorrenza di 6.000 km all'anno, un valore dei veicolo a nuovo tra i 5.000 e i 15.000 euro e la data di immatricolazione successiva a 2009.

Il risparmio

Il risparmio evidenziato da Facile.it è notevole, sia in termini percentuali che di valore assoluto: infatti l'analisi si è basata sul risparmio massimo e cioè quello relativo al passaggio dalla classe di merito 14 alla 1, prendendo in esame i prezzi offerti nell'ultimo anno, confrontando questi valori con le tariffe offerte autenti di pari profilo che non potevano beneficiare dell’assicurazione familiare.

Nello specifico, guardando all’RC moto, il prezzo medio offerto per assicurare un veicolo a due ruote è sceso dai 713 euro della classe 14 a 357 euro per i motociclisti che, sfruttando l'RC familiare, hanno fatto il salto in prima classe, per un risparmio di 356 euro.

Prendendo in esame tre città italiane come Milano, Roma e Palermo, il risparmio massimo per l’RC moto è stato rispettivamente del 43%, de 42% e del 44%.

Buona per i motociclisti

L’analisi di Facile.it ha evidenziato che l'RC familiare è stata sfruttata soprattutto dai motociclisti: a richiederla sono stati il 23,2% di coloro che hanno ottenuto un preventivo per assicurare la proprio moto o il proprio scooter, contro l'1,67% degli automobilisti.

Se l'ultima percentuale non sorprende, considerando che molti utenti avevano già beneficiato negli scorsi anni della legge Bersani per migliorare la classe di merito, la percentuale così alta fra le moto, invece, si spiega anche perché una delle novità introdotte dall’RC familiare era la possibilità di ereditare la classe di merito maturata su una tipologia di veicolo differente.

A conti fatti, nell’85% dei casi chi intendeva usare la norma per assicurare un motoveicolo poteva farlo proprio ereditando la classe di merito da un’auto.

Attenzione

Tutti gli assicurati, motociclisti e automobilisti, che hanno usufruito dell'RC familiare, devono fare molta attenzione in caso di sinistro con colpa.

Infatti, non c'è un vantaggio che richieda un prezzo e, in questo caso, viene riscosso nell'inopinata eventualità di un incidente.

Secondo la norma, in caso di incidente con responsabilità esclusiva o principale che abbia comportato il pagamento di un indennizzo complessivamente superiore a 5.000 euro, l’assicurato che ha beneficiato dell’RC familiare potrebbe retrocedere sino ad un massimo di 5 classi di merito, anziché 2, con conseguenze sull'aumento del premio assicurativo.

Prendiamo come un incentivo per guidare con attenzione e prudenza.

Articoli che potrebbero interessarti