Tu sei qui

SBK, Gerloff: il Mondiale 2021 parte tra kart, cross e un bodybuilder

Garrett è negli States e tornerà in Europa soltanto a marzo, dove ritroverà il suo coach Aleix Santacreu, che in passato ha seguito Vinales

SBK: Gerloff: il Mondiale 2021 parte tra kart, cross e un bodybuilder

Share


Garrett Gerloff si sta preparando per affrontare la seconda stagione in Superbike con il team GRT. Lo sta facendo nel suo Paese, ovvero in Texas, dato che per ora preferisce rimanere negli States. Soltanto ad inizio marzo farà il proprio ritorno in Europa, dal momento che a metà mese sono poi previsti i test sul tracciato di Misano.

In attesa del ritorno nel Vecchio Continente, l’americano non si è sottratto a qualche battuta, rilasciata al sito Yamaha: “Dopo la fine della stagione sono rimasto qualche settimana a Barcellona – ha ricordato – in seguito ho fatto ritorno a casa, dove ho ritrovato la famiglia e tutti i miei amici. Adesso sono qua in Texas a portare avanti i miei allenamenti. Mi diverto molto col cross, a volte vado a vedere anche qualche gara, ma al tempo stesso anche con i kart. È una bella opportunità che mi piace cogliere”.

La mente però è rivolta alle corse e al percorso che conduce al via della stagione: “In Europa mi alleno sotto gli occhi di Aleix Santacreu, che in passato ha tra l’altro seguito Vinales. È un’ottima persona e sono stato fortunato ad averlo nel mio gruppo. In Texas invece mi segue un coach di primissimo livello, allena una squadra di football americano e lavora anche con dei bodybuilder e altri sportivi statunitensi”.

Gerloff svela poi un retroscena in merito a come si mantiene in forma: “Non sono mai stato un tipo che trascorre tanto tempo in palestra – ha spiegato – amo molto girare con la moto, specialmente quella da cross e poi svolgere le tradizionali attività, mantenendo tutte quelle che sono le classiche precauzioni AntiCOVID”.

E allora non resta che aspettarlo a Misano, in occasione dei test di metà marzo: “Quando tornerò in Europa mi dirigerò ad Andorra. Poi ci saranno i test di Misano, dove l’obiettivo sarà quello di partire forti ed essere competitivi fin dalla prima gara”.

Articoli che potrebbero interessarti