Bagnaia: "Sulla Panigale V4S sensazioni simili a quelle con la Ducati MotoGP"

I commenti dei piloti italiani dopo il test a Jerez. Bastianini: "me la immaginavo stradale invece è pistaiola". Marini: "ha una potenza incredibile, voglio riprovarla presto"

Share


Il tempo non è stato clemente con i piloti Ducati, arrivati a Jerez per passare due giorni fra i cordoli sulle Panigale V4S. Hanno dovuto accontentarsi di un solo pomeriggio, quello di oggi, con la pista asciutta, ma non si sono risparmiati. Per qualcuno è stata la prima volta sulla superbike di Borgo Panigale, mentre per altri è una vecchia conoscenza.

Fra questi c’è Pecco Bagnaia, che da un paio d’anni si allena con la V4.

“È stato molto bello, abbiamo avuto un po’ di sfortuna e siamo riusciti a girare solo un pomeriggio invece che due giorni - l’unico rammarico del neo pilota ufficiale - Sono comunque riuscito a fare 80 giri, ho girato moltissimo e sono molto contento. Mi mancavano certe sensazioni e quelle che provi sulla Panigale V4S sono molto simili a quelle di una MotoGP. Sono contento perché avevo veramente voglia di andare in moto.

Debuttanti in MotoGP e anche sulla Panigale V4 erano i due compagni di squadra Enea Bastianini e Luca Marini. Entrambi sono stati molto contenti al termine della giornata.

La prima impressione è stata di tanta potenza e tanto divertimento - ha sorriso Bastianini - Mi aspettavo una moto più stradale, invece è molto pistaiola e mi sono trovato bene. Sono riusciti a fare abbastanza giri anche se meteo non era buono, in compenso la pista era abbastanza asciutta e ci siamo divertiti molto”.

Lo scopo di questo test era quello di togliersi un po’ di ruggine dall’inverno e tutti hanno lasciato Jerez soddisfatti. Compreso Luca Marini.

Una sensazione incredibile - le sue parole - Dopo un po’ di mesi fermo risalire in moto dà sempre un’impressione diversa e questa volta ero sulla Panigale V4, che è ha una potenza incredibile. Mi sono divertito un sacco, purtroppo abbiamo potuto girare solo un giorno ma sono stati 80 giri molto intensi. L’ultima uscita l’abbiamo fatto tutti insieme per divertirci e c’era un gran livello, ma anch’io sono andato bene. Sono contento di questo primo approccio con la Panigale e spero di riprovarla presto”.

Articoli che potrebbero interessarti