SBK, Josh Herrin batte Marc Marquez: il recordman del gomito a terra è lui

VIDEO - Il pilota del MotoAmerica stabilisce un singolare record, strisciando il gomito a terra più a lungo e più velocemente di chiunque prima, compresi i piloti della MotoGP

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Josh Herrin ha stabilito un nuovo record. Da qualche anno è assolutamente normale vedere i piloti piegare le moto in pista al punto di strisciare il gomito a terra, tanto da costringere negli anni tutti i produttori di tute ad inserire dei veri e proprio slider simili a quelli presenti sulle ginocchia delle stesse. L'aumento del grip disponibile sulle gomme ed anche una tecnica di guida sempre più tesa a sporgersi tanto dalla moto ha portato ad utilizzare in modo massiccio questa tecnica anche dai buoni amatori della pista. 

Tutti conoscono le immagini di Marc Marquez che si salva da qualche chiusura dell'anteriore della sua moto proprio sfruttando la leva del gomito, eppure nessuno era arrivato al limite fissato da Herrin che adesso può vantarsi di essere il migliore 'elobow man' su due ruote. L'idea è venuta al pilota in partnership con il suo sponsor Fresh N Lean, e ci è voluto poco per tentare di capire auale impresa potesse essere compiuta da Herrin, che si era messo in testa di sfidare i migliori della specialità.

Di certo ha giocato a suo favore il fatto che in realtà non esistesse un precedente primato da battere, cosa che ha reso necessario far intervenire il Guinness Record, ovvero l'ente che 'certifica' questo genere di primati e che in questo caso ha stabilito le regole del gioco per poter iscrivere anche questo record all'interno dei propri registri. L'asticella è stata posta molto in alto, perché è stato richiesto a Herrin di strisciare il gomito a terra per una distanza minima di 30 metri e ad una velocità di oltre 160 km/h. 

Per stabilire il record, Herrin ha deciso di utilizzare una Yamaha R6 ed ha sfruttato il tracciato del Buttonwillow Raceway, che presenta una curva a raggio abbastanza ampio e costante da consentire di tentare l'attacco al primato. Nel corso dei primi due tentativi, Herrin non è riuscito a superare la velocità imposta, fermandosi poco prima dei 160 km/h. L'americano è riuscito nell'impresa solo al terzo tentativo, stabilendo anche una punta di 162 km/h di velocità strisciando il gomito sulla pista per oltre 31 metri. Adesso il limite è stato imposto e sarà curioso scoprire chi tenterà di superarlo e soprattutto con quale velocità e distanza. 

Articoli che potrebbero interessarti