MotoGP, Bradley Smith e quell'addio ormai certo ad Aprilia: Savadori titolare

Avevamo anticipato la fine della storia tra la Casa di Noale ed il pilota britannico, che sui propri Social ha di fatto confermato pubblicando foto del suo Project 109: una Yamaha R3 

Share


Il nostro Carlo Pernat ci aveva visto giusto quando aveva parlato di una possibile separazione tra Bradley Smith e l'Aprilia (leggi QUI) perché seppure non sia ancora arrivata una conferma ufficiale dall'una o dall'altra parte, il post pubblicato oggi dal britannico sui propri Social mette la pietra tombale su una storia durata due anni.

Smith ha infatti postato una immagine che ritrae il progetto 109, ovvero una Yamaha R3 pronta a scendere in pista. Una immagine che di certo non sarebbe stato possibile pubblicare se fosse rimasto sotto contratto con la Casa di Noale come inizialmente previsto ed anche annunciato dalla stessa Aprilia a novembre (leggi QUI). Sembrava che ci dovesse essere un ballottaggio interno tra il nostro Lorenzo Savadori e lo stesso Smith per contendersi il posto di compagno di squadra al fianco di Aleix Espargarò nel 2021. Ormai appare chiaro che quel posto appartenga a Savadori e resta da capire in che modo Aprilia possa arginare la perdita di Smith per il ruolo di tester. 

La Casa di Noale sarà l'unica nel 2021 ad avere ancora diritto alle Concessioni, una grande chance che potrebbe consentirle di avvicinarsi ancora di più ai migliori della categoria dopo aver portato al debutto nel 2020 una RS-GP completamente rinnovata. Avere un collaudatore di prestigio potrebbe essere fondamentale, ma arrivati a questo punto dell'anno è difficile immaginare di poter trovare la figura perfetta per quel ruolo. 

Articoli che potrebbero interessarti