MotoGP, Lorenzo: "Marquez una leggenda, Dovizioso non un campione ma il più intelligente"

Il maiorchino ha risposto alle domande degli appassionati parlando dei suoi rivali: "Andrea è sempre stato il più costante. Giù il cappello davanti a Pedrosa, unico nel suo genere"

Share


Jorge Lorenzo sta utilizzando moltissimo Instagram per interagire con i propri tifosi. Ultimamente ha organizzato diverse volte un veloce Q&A, ovvero ha dato la possibilità a chiunque di fargli domande alle quali si è sempre prestato senza assolutamente sottrarsi ed anzi offrendo il proprio punto di vista sui rivali in pista, sui Costruttori in MotoGP ed ovviamente sulla sua vita da pensionato (almeno per ora) della MotoGP.

Nell'ultima sessione di botta e risposta, Lorenzo ha parlato di tre dei suoi storici rivali in MotoGP, ovvero Marc Marquez, Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa. Con l'onestà che da sempre lo contraddistingue, il cinque volte campione del mondo ha offerto il proprio punto di vista.

Riguardo Marquez ed il fatto che in futuro possa essere una leggenda, Lorenzo ha risposto così: 

"Per me è già una leggenda. Come rivale posso dire che di Marquez ne esiste solo uno".

Jorge ha poi risposto a chi gli ha chiesto se Dovizioso fosse un campione, ricordando la celebre frase che il maiorchino decise di imprimere sul proprio casco. 

"Per la MotoGP non è un campione. Ma probabilmente è stato il più intelligente e costante pilota fra tutti noi".

L'ultima risposta è invece riservata a Dani Pedrosa, un pilota con cui Jorge ha vissuto una rivalità fortissima nei primi anni della sua carriera in MotoGP, che poi si è trasformata in una bella amicizia come hanno entrambi sottolineato. Un tifoso ha definito impressionante quello che è stato in grado di fare Pedrosa con il suo corpo così piccolo in sella ad una MotoGP, e Jorge ha offerto il proprio tributo all'attuale tester della KTM.

"Unico nel suo genere. Giù il cappello!"

Articoli che potrebbero interessarti