Tu sei qui

Bloodhound Project: che fine ha fatto il razzo su ruote da record?

Ian Warhurst ha messo in vendita il progetto. Intanto, è uscito il libro "Take Risk!" con la storia del pilota Richard Noble

Auto - News: Bloodhound Project: che fine ha fatto il razzo su ruote da record?

Share


L'uomo, una continua sfida. Vale per tutto. La volontà di arrivare sulla Luna, poi su Marte, poi chissà dove. L'estremo, l'esagerazione, la velocità massima in volo, in acqua, a terra. Parliamo di quest'ultimo, la velocità su terra, su ruote ed il noto Progetto Bloodhound, messo in vendita dal Lord Ian Warhurst. Tutto per trovare i fondi per consentire al team di Bloodhound di raggiungere il loro obiettivo, essere sempre più veloci! Warhurst ha già fatto molto, visto che ha salvato l'auto del progetto e tutti i beni che le girano intorno dalla rottamazione. Ha ristrutturato il team ed ha chiarito che era sua intenzione dimostrare la fattibilità del progetto a proprie spese.

1010 Km/h: ma si può andare oltre...

Nel 2019, il team e l'auto hanno operato sulla pista desertica di HakskeenPan, dove è stata raggiunta la velocità massima di 628 mph, ovvero 1010,67 km/h! E' la quarta auto più veloce al mondo, grazie al motore a reazione EJ200 Eurofighter. Warhurst ha preso in mano un progetto nazionale con 10 anni di sviluppo e costruzione alle spalle, investendo ben 31 milioni di sterline. 300 le aziende coinvolte ed un club di ben 7.000 sostenitori, sono intorno al progetto. Non contiamo poi la copertura mediatica, poi il progetto Bloodhound è stato seguito in oltre 200 paesi, ed il fatto che ne stiamo parlando anche noi, è la prova di quanto sia interessante la cosa.

La storia del progetto

Tutto è nato grazie ad Andy Green e da Rebecca Leppard che dopo aver parlato e presentato il progetto ad un ministro del governo, la cosa è andata vanti ed è stata gestita come programma educativo per migliorare il reclutamento di MoD degli studenti STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica). Oltre 120.000 studenti e scolari hanno studiato la cosa, con tanto di presentazioni a scuola ed eventi esterni, nonché all'estero. Il più grande programma educativo STEM indipendente del Regno Unito. Tanto per farvi capire, nel 2017, hanno porato un taxi a toccare i 200 mph (322 km/h) nell'aeroporto di Newquay, con 10.000 appassionati paganti per vedere l'evento. Poi è toccato all'auto supersonica ThrustSSC, per poi crescere ulteriormente grazie ad una collaborazione con uno sponsor cinese (finito non benissimo...). Ora, non resta che attendere. Come finirà il progetto Bloodhound? Intanto, è uscito il libro scritto da Rebecca Leppard, "Take Risk!", 256 pagine con 32 fotografie, per far "riprendere" a parlare del progetto.

Articoli che potrebbero interessarti