Tu sei qui

Stellantis: Lancia tornerà ad essere un marchio premium

Lo storico marchio italiano sarà messo alla pari con Alfa Romeo e DS. Il futuro di Lancia, è dunque più che salvo!

Auto - News: Stellantis: Lancia tornerà ad essere un marchio premium

Share


Per quale diavolo di motivo, bisognerebbe "uccidere" un marchio storico come Lancia? Oggi si sfruttano le stesse auto, a livello di telai, motori e tecnologia, e ci si costruiscono intorno delle carrozzerie e degli interni diversi, che possono essere poi di più alta (se si cerca un marchio premium) o di più bassa (se si cerca un qualcosa di economico) qualità/gamma. Ecco, la decisione di Stellantis, non solo non è quella di chiudere Lancia, ma addirittura rilanciarla e farla diventare un marchio di alto livello.

Il rilancio di Lancia

Il documento ufficiale di Stellantis è abbastanza chiaro. Non solo cita chi saranno gli amministratori ed i manager, ma anche i vari designer dei vari marchi appartenenti al gruppo, ivi inclusi il marchio torinese. Dentro, anche un possente rilancio di Alfa Romeo, che sarà posizionato, quasi a "chiudere" un trittico, con DS. Questi tre, saranno dunque sopra a Peugeot ed Opel, veri e propri marchi premium. Solo la Maserati, sarà al di sopra tutti, poiché identificata come marchio "Luxory". Altra conferma, viene per i brand principali, definiti con tre nomi: Citroen, Fiat ed Abarth. Quanto ai "Global SUV", avremo Jeep, mentre gli "American Brands" saranno rigorosamente Chrysler, Dodge e RAM.

Ypsilon: "io ballo da sola"

Cosa c'è al momento per il marchio Lancia? Solo ed esclusivamente lei, la Lancia Ypsilon. Per ora, la city car venduta nel solo Bel Paese, subirà un ulteriore restyling, in attesa di vedere qualcosa di nuovo. L'amministratore delgato del marchio Torinese, sarà Luca Napolitano, uomo chiave che già in passato ha gestito dal management alle vendite del marchio. Potremmo inizialmente vedere una Lancia Ypsilon elettrica, ma è tutto da vedere.

Come sarà il futuro?

Oltre alla nuova Ypsilon, vedremo sicuramente una berlina, magari ibrida. Del resto le piattaforme, come accennato in apertura, ci sono. Le piattaforme modulari di origine PSA, ovvero le EMP1 ed EMP2 per capirsi, oltre alla più recente piattaforma elettrica eVmp. Certo, tutti vorremmo vedere qualcosa di sportivo e magari una nuova Thema o Thesis, su base Alfa Romeo Giulia, potrebbe essere interessante... La vera sfida, sarà poi il rifacimento della rete vendita e soprattutto dell'assistenza all'estero, che per ora, come Lancia, è completamente assente. Noi, vogliamo crederci!

Articoli che potrebbero interessarti