Rispunta la Ferrari dedicata a Gilles Villeneuve ed acquistata da McEnroe

All'asta fino al 7 febbraio la celebre 400 che fu esposta a Parigi dopo la morte dell'amatissimo pilota Ferrari. Fu acquistata dall'asso del Tennis ed è stranamente 'economica'

Share


Nel 1982 la tragica scomparsa di Gilles Villeneuve scosse l'animo di Enzo Ferrari come mai era avvenuto in precedenza. Il Commendatore aveva tanta esperienza nel mondo delle corse, proprio nel periodo in cui era facile finire un weekend di gara piangendo per qualche pilota scomparso. La morte era praticamente prevedibile, una scomoda compagna di viaggio per uno sport che all'epoca era molto più pericoloso di quanto lo sia oggi. 

Ferrari sapeva bene che legarsi ad un pilota in quel periodo era pericoloso. Eppure non riuscì a resistere all'affetto che iniziò a provare per Gilles, un pilota capace di emozionare prima ancora che di vincere. Il canadese dal corpo piccolo ma dall'animo di acciaio, capace di portare le vetture al limite ed oltre. Un pilota ricco di talento, ma anche fedele alla causa Ferrari, come dimostrò a Monza nel 1979, quando accettò di scortare Jody Scheckter al traguardo da fido scudiero, invece di passarlo per mantenere vive le proprie speranze iridate. 

La morte di Villeneuve fu dunque una perdita diversa rispetto a quelle che Ferrari pur aveva sperimentato in precedenza. Aveva perso altri piloti, ma Gilles era diverso e il Commendatore lo sapeva. Fu per questo che al Salone di Parigi fu messa in mostra una vettura che rappresentava l'omaggio di Enzo Ferrari a quel canadese che scatenò la 'Febbre Villeneuve' in Italia e nel mondo. 

Si trattava di una Ferrari 400, caratterizzata da una livrea nera che all'epoca era assolutamente inusuale per le vetture di Maranello. Un gesto simbolico da parte della Casa, un omaggio a Gilles che però fu apprezzatissimo dagli appassionati al punto da spingere Ferrari ad inserire il nero tra i propri colori 'canonici' assieme al giallo ed al classico rosso. 

Il suo nero fece innamorare anche John McEnroe che ne acquisto un esemplare a metà degli anni '80. Quello stesso esemplare è in vendita all'asta su Catawiki, e lo sarà fino al 7 febbraio. La 12 cilindri in questione dovrebbe avere, vista la sua storia, una quotazione da brividi ma in realtà attualmente questo modello è stranamente abbordabile e secondo gli esperti sarà possibile aggiudicarsela con meno di 90.000 euro. 

Articoli che potrebbero interessarti