MotoGP, Oggi la riunione Dorna-FIM-Team: il GP di Losail anticipato al 21 marzo?

La proposta per evitare la concomitanza con Bahrain F.1, ma soprattutto per garantire la presenza dei team MotoGP in Qatar ed evitare i problemi del 2020 quando gareggiarono solo Moto3 e Moto2

Share


Oggi, al termine della riunione fra Dorna, Irta, Team e FIM ne sapremo di più, ma qualcosa inizia a trapelare dopo l’annullamento dei test originariamente previsti a Sepang dal 14 al 16 febbraio (shakedown collaudatori e Aprilia) e dal 19 al 21.

Con tutto il materiale già in Malesia si è infatti optato per uno spostamento dei test invernali direttamente in Qatar, più facilmente raggiungibile e dunque meno costoso. La data prevista, annunciata nei giorni scorsi, è quella che va dal 5 al 7 marzo per i collaudatori, mentre i piloti titolari della MotoGP dovrebbero provare dal 10 al 12 marzo. Moto3 e Moto2 proveranno dal 16 al 18.

Con il primo Gran Premio previsto a Losail il 28 marzo ciò significherebbe per i team della MotoGP dover tornare a casa, per rientrare successivamente in Qatar. Un incubo per via delle attuali disposizioni legate alla quarantena, oltre ad un maggior costo.

Ricordiamo che l’anno scorso il GP del Qatar fu disputato unicamente dalle categorie minori - Moto3 e Moto2 - proprio perché i team della classe regina per le restrizioni sui viaggi non poterono arrivare nello stato del golfo.

C’è dell’altro: con l’annullamento del GP di Australia, la F.1 aprirà in Bahrain proprio il 28 marzo, in concomitanza con la MotoGP.

Per questo motivo si sta pensando di anticipare il primo GP della stagione al 21 marzo. In questo modo il motomondiale si garantirebbe la presenza di tutti i team in Qatar, senza costringere alcuna categoria a lunghe permanenze.

Sarebbe questa la scelta più logica, ma ovviamente ci dovrebbe essere l’accordo di tutte le parti coinvolte.

Rimane sempre nell’aria la possibilità di un Losail 2, nell’eventualità, più che probabile, di una rinuncia ad organizzare i Gran Premi successivi di Argentina e Texas, rispettivamente l11 ed il 18 aprile.

In questo caso il secondo GP in Qatar sostituirebbe Rio Hondo, mentre al posto di Austin entrerebbe Portimao.

L’obiettivo della Dorna è infatti quello di disputare tutti e 20 i Gran Premi, per ovvi motivi di budget visto che i principali introiti derivano dalle emittenti televisive.

Al momento nel calendario previsto dopo l’11 luglio (GP della Finlandia) c’è un buco causato dalla rinuncia di Brno, per completare il calendario di 20 Gran Premi.

Share

Articoli che potrebbero interessarti