MotoGP, Solo per i 'rookie' 3 giorni di test in più: Sepang non sarà sostituito

Losail ospiterà i test invernali della MotoGP, preceduto dallo shakedown di collaudatori e debuttanti. Dorna, l'IRTA e i team privati della MotoGP dovrebbero accordarsi per non spostare il test di Sepang a Jerez o Portimão

Share


di Günther Wiesinger

Al posto dei test di Sepang annullati (lo shakedown dei collaudatori era previsto dal 14 al 16 febbraio, i test ufficiali dal 19 al 21/), gli undici team della MotoGP avevano previsto di provare a Jerez o Portimão nelle stesse date. Tuttavia, un cambiamento di programma è stato deciso oggi e sarà presentato alle squadre in una conferenza ZOOM giovedì. La proposta è che il test di Sepang annullato non venga sostituito e che invece lo shakedown di tre giorni venga spostato dalla Malesia al Qatar.

Aprilia Racing è l'unica squadra che gode delle concessioni e che potrà partecipare allo shakedown con i propri piloti ufficiali a fianco dei sei collaudatori dei vari Costruttori. Aprilia utilizzerà anche i due test del Qatar per determinare chi tra Bradley Smith e Lorenzo Savadori otterrà la seconda moto del team lasciata libera da Andrea Iannone (sqalificato com'è noto per 4 anni).

Dorna, l'IRTA e l'associazione dei costruttori MSMA rivendicano validi motivi per questa decisione. In primo luogo, il materiale da provare a Sepang è già stato spedito a Kuala Lumpur, dal Giappone e dall'Europa, in parte via mare per risparmiare sui costi, e tutto questo materiale non può essere dirottato in tempo per arrivare a Jerez o Portimão.

In secondo luogo, le moto del 2020 rimangono omologate per il 2021, con lo sviluppo del motore della MotoGP congelato da marzo 2020 fino alla fine del 2021. Anche le mescole e la costruzione dei pneumatici Michelin rimangono invariate. In terzo luogo, molti Paesi sono in isolamento, in alcuni casi fino alla fine di febbraio, viaggiare in Europa e in Asia e nel Medio Oriente è reso molto più difficile dalle rigorose norme di quarantena.

Per i 'rookie' della MotoGP 3 giorni supplementari di test

Quindi, se i Team Factory e le squadre private saranno d'accordo domani, i piloti ufficiali avranno solo tre giorni di test. I debuttanti Jorge Martin, Enea Bastianini e Luca Marini, invece, avranno tre giorni di test supplementari per conoscere le loro Ducati al test di shake-down.

Presupponendo il raggiungimento dell'accordo dei team della MotoGP, le casse con i materiali saranno ora inviate per via aerea o marittima dalla Malesia direttamente a Doha.

Nuovo piano per i test invernali:

Classe MotoGP

Test di shakedown a Losail, Qatar: 5-7 marzo
Test IRTA MotoGP a Losail Qatar: dal 10 al 12 marzo

Classi Moto2 e Moto3

Test di Jerez: dal 16 al 18 marzo

Articoli che potrebbero interessarti