MOTO GUZZI: dopo la V7 debutta una V9 tutta nuova, caratteristiche e foto

Tante le novità meccaniche e tecnologiche, per una V9 completamente rinnovata. Motore 850 cc da 65 cv e 73 nm di coppia, telaio evoluto, ma si conferma lo stile, affinato con nuove finiture, nuove pedane e nuova sella

Share


Le novità  nell'anno del centenario sono e saranno parecchie per Guzzi, che ha iniziato con una rivoluzionata V7 (qui il nostro articolo), che proeguire oggi con la V85 2021 nelle sue verioni TT e Travel (ecco tutti i dettagli). All'appello mancava giusto la V9 che dalla sorella minore eredita la base di partenza del nuovo motore 850, a sua volta derivato dalla V85. 

Nella storia lunga un secolo di Moto Guzzi, le motociclette custom rappresentano alcuni dei modelli più conosciuti, amati e diffusi. Sono tre le caratteristiche imprescindibili che hanno attraversato le generazioni di tutte le custom Moto Guzzi: il design fortemente personale, nel quale la particolare configurazione del motore gioca un ruolo stilistico determinante, così come il sinuoso serbatoio e gli scarichi bassi; il mitico motore bicilindrico trasversale a V di 90° e, infine, il piacere di guida in ogni condizione, frutto delle riconosciute superiori qualità ciclistiche proprie di tutte le motociclette costruite a Mandello.

Questa tradizione e una profonda cultura motociclistica animano le due versioni di Moto Guzzi V9 che, nel 2021, si presentano profondamente rinnovate. V9 Roamer è la custom universale facile e intuitiva, magnifica da esibire e appagante da guidare, ricca di dettagli unici e finiture da fuoriclasse. L’animo più scuro e notturno si chiama invece V9 Bobber, caratterizzata dai grossi pneumatici e dal look essenziale.

Entrambe le versioni si evolvono profondamente per accrescere il comfort e il piacere di guida. La modifica più evidente è l’adozione del nuovo motore di 850 cc da 65 CV e 73 Nm derivato dalla unità che equipaggia la tuttoterreno V85 TT, in grado di garantire prestazioni vivaci, ben coadiuvate da un telaio evoluto e irrobustito nella zona del cannotto di sterzo per aumentare la stabilità e la precisione di guida. Sono nuove anche le pedane montate su tamponi in gomma che riducono le vibrazioni a tutto vantaggio del comfort di marcia. È di serie, oltre ovviamente all’ABS, il controllo di trazione MGCT regolabile e disinseribile.

V9 Bobber presenta una nuova sella dal look essenziale in linea con la filosofia del veicolo; nuovi sono anche i fianchetti laterali in alluminio e il parafango anteriore corto. V9 Bobber sfoggia anche una nuova strumentazione digitale e un impianto di illuminazione full LED che include l’inedito proiettore anteriore con luci diurne DRL che delineano la sagoma dell’Aquila di Mandello. Come in precedenza è grande la disponibilità di accessori originali dedicati, capaci di esaltare le caratteristiche peculiari di entrambi i modelli, tra cui spicca Moto Guzzi MIA: il sistema multimediale capace di connettere la moto allo smartphone e conseguentemente alla rete. Con questa applicazione, lo smartphone diviene un vero e proprio sofisticato computer di bordo multifunzione, l’anello di connessione tra veicolo e Internet.

Sia V9 Roamer sia V9 Bobber sono disponibili in versione depotenziata, in linea con le limitazioni della patente A2 e ideale per i nuovi Guzzisti. Moto Guzzi V9 Roamer è disponibile nell’unica variante cromatica Grigio Lunare, che privilegia tinte lucide per i parafanghi, il serbatoio e i fianchetti, per esaltare l’eleganza di questo modello. Moto Guzzi V9 Bobber è disponibile nella finitura totalmente opaca Nero Essenziale, capace di enfatizzare l’animo scuro e notturno di V9 Bobber, anche per l’assenza delle fresature delle alette dei cilindri (presenti su V9 Roamer), che quindi appaiono totalmente neri.

 

 

 

Articoli che potrebbero interessarti