Tu sei qui

Ducati chiude il 2020 con 48.042 moto vendute: la regina è la Streetfighter V4

Un anno di vendite condizionate dalla pandemia, chiuso con un -9,7% complessivo, ed una ottima seconda parte dell'anno. Domenicali: "Volevamo un anno diverso, ma abbiamo vinto il titolo Costruttori in MotoGP"

Moto - News: Ducati chiude il 2020 con 48.042 moto vendute: la regina è la Streetfighter V4

Share


Il 2020 ha rappresentato ovviamente una sfida difficilissima per il mercato. La pandemia ha paralizzato la produzione proprio all'inizio della stagione di vendite più forte dell'anno, e tutti i blocchi e le conseguenze economiche degli stessi, si sono abbattuti come uno tsunami sulle speranze di chi avrebbe voluto replicare i numeri del 2019.

Nel caso specifico, la Ducati avrebbe voluto e potuto consolidare il proprio record di vendite, ma il conto presentato dal Covid non ha reso possibile coronare questo sogno. Ma c'è del positivo in un 2020 così complesso e ne ha parlato Claudio Domenicali, che ha voluto sottolineare la capacità di reazione di un'azienda che è riuscita in ogni caso ad arginare splendidamente uno scenario che avrebbe potuto causare danni ben più gravi del -9,7% che si è invece concretizzato.

"Il 2020 è stato un anno complesso sotto tanti aspetti - ha dichiarato Domenicali - una sfida tutta nuova per chiunque nel mondo. Inevitabilmente si è chiuso in modo diverso da come avremmo voluto, ma Ducati ha saputo sfruttare al meglio il trend di recupero del mercato delle due ruote iniziato a giugno, ottenendo un’eccellente seconda parte dell’anno con un risultato finale migliore rispetto alle previsioni di marzo. Ridefinendo modalità e processi lavorativi siamo riusciti a mantenere la sicurezza dei nostri dipendenti, a stare vicini agli appassionati e a consolidare il brand Ducati nel mondo crescendo in alcuni mercati come la Cina. Abbiamo inoltre conquistato per la seconda volta nella nostra storia il Titolo Mondiale Costruttori in MotoGP".

La soddisfazione di aver almeno raccolto un titolo in MotoGP è anche accompagnata dal grande successo del modello che forse può essere definito di punta per il 2020, ovvero la Streetfighter V4, che ha messo assieme 5.730 moto vendute nell'anno di debutto. Per il 2021 sarà ovviamente compito della Multistrada V4 quello di raggiungere e magari superare il successo ottenuto dalla prima Supernaked di Borgo Panigale spinta da un V4. 

Grazie ai risultati ottenuti da luglio a dicembre, Ducati è riuscita a consegnare nel 2020 un totale di 48.042 moto contenendo il differenziale di vendite rispetto al 2019 al già menzionato -9,7%. Un risultato notevole se si considera l’impatto della pandemia e la conseguente chiusura forzata della fabbrica Ducati tra marzo e aprile. 

"L’ultima parte del 2020 è stata caratterizzata da un secondo semestre eccellente sotto diversi punti di vista che ha permesso a Ducati, con 48.042 moto vendute, di recuperare parte del gap nelle vendite formatosi nei primi mesi dell’anno - queste le parole di Francesco Milicia, Vice President and Global Sales Director di Ducati -  Nonostante tutto, l’Azienda ha confermato il trend di crescita nei mercati di Cina, Germania e Svizzera registrando numeri migliori rispetto al 2019. Nel corso del 2020 Ducati si è inoltre impegnata a supportare la propria rete vendita in tutto il mondo, sviluppando il programma Ducati Cares, che ha permesso ai Ducatisti di visitare i propri concessionari di fiducia in assoluta sicurezza, di poter interagire digitalmente per prenotare un appuntamento e valutare l’acquisto di una moto da remoto. Il tutto senza cessare il processo di espansione che è proseguito con l’apertura di nuovi concessionari e della nuova filiale australiana".

Claudio Domenicali ha poi aggiunto le proprie considerazioni su un 2021 che si spera possa riportare il trend in crescita. 

"Iniziamo il 2021 con la certezza di una gamma sempre più completa e attenta a soddisfare le esigenze di diverse tipologie di motociclisti. I nuovi prodotti hanno segnato un portfolio ordini all’inizio dell’anno molto positivo ed è un chiaro segnale dell’apprezzamento dei nostri appassionati. Moto come la nuova Multistrada V4, che con la sua tecnologia segna un nuovo traguardo per il mondo delle due ruote, o il Monster, che rappresenta tutta l’essenza Ducati nella forma più compatta, essenziale e leggera possibile per divertirsi ogni giorno. Anche la stagione sportiva che è alle porte ci vede partecipare in MotoGP e Superbike con piloti giovani e di talento che ci fanno guardare al futuro con ottimismo e una costante voglia di migliorarci".

Articoli che potrebbero interessarti