In vendita la Cagiva 500 con cui Kocinski vinse a Laguna Seca nel 1993

Andrà all'asta a Las Vegas a fine aprile ed è esattamente la C593 che tagliò quel traguardo storico. La venderà Mecum Auctions e ci si aspettano quotazioni da capogiro

Share


Il 28 aprile andrà all'asta un vero pezzo di storia del motociclismo italiano. La Cagiva C593 che John Kocinski portò al successo a Laguna Seca nel 1993 sarà infatti battuta a Las Vegas in un lotto che comprende anche altri pezzi davvero magnifici. Lei sarà però senza dubbio la regina incontrastata, per tutto ciò che rappresenta. 

Non si tratta infatti solo di una moto rossa appartenente ad un'altra epoca, quanto piuttosto della moto rossa per eccellenza degli anni 90'. La Cagiva non aveva i mezzi finanziari e forse anche tecnologici per sfidare ad armi pari i colossi del motomondiale. La Honda aveva a disposizione le collaudatissime NSR, la Yamaha volava con la YZR e la Suzuki dispiegava la RGV. Sigle che per gli appassionati del due tempi fanno venire ancora oggi i brividi lungo la schiena. 

Ma la famiglia Castiglioni era una vera famiglia di sognatori ed il sogno di battere i giapponesi si concretizzò grazie alla loro tenacia. La C593 era fu senza dubbio la più veloce tra le moto da gran premio costruite a Varese e trovò in un ispirato John Kocinski il suo miglior interprete. L'americano aveva dimostrato di avere talento a badilate, ma anche una spiccata attitudine a combinare casini nella prima fase della sua carriera. 

In Cagiva trovò però l'ambiente giusto e riuscì a dimostrare tutto il proprio talento. Ci arrivò quasi per caso, dopo essere stato scaricato dalla Suzuki in 250 per aver rotto il motore della sua moto volontariamente dopo il traguardo (guarda QUI il ricordo di Pernat). Una immagine che non andò affatto giù ai vertici di Hamamatsu e che mise di colpo Kocinski sul mercato. Cagiva lo prese al volo e l'americano, che in 500 aveva già dimostrato un grande potenziale nel 91 e nel 92 in Yamaha con due vittorie all'attivo, si trovò subito a proprio agio in sella alla moto italiana.

Debuttò con un 4° posto a Brno che poi riuscì a ripetere a Misano, in quella che girava ancora nel verso giusto, come direbbe qualcuno. La terza gara in sella alla Cagiva sarebbe stata quella di Laguna Seca, pista dove Kocinski aveva già vinto due volte in 250. Il fine settimana andò bene, con la conquista della prima fila in griglia. La gara andò anche meglio, perché dopo essere partito in testa alla gara ed aver lottato sia con Schwantz che con Doohan, Kocinski riuscì a conquistare una vittoria incredibile al suo terzo Gran Premio in sella alla Cagiva. Una vera apoteosi. 

L'esemplare che andrà all'asta su Mecum Auctions sarà proprio quello portato al traguardo vittorioso dal pilota americano ed è facile immaginare quotazioni da capogiro per il prezzo finale. Se avete un salvadanaio bello pieno da parte, forse è giunto il momento di romperlo. 

Photocredit @MecumAuctions

Share

Articoli che potrebbero interessarti