Benavides protagonista: cade, vince la tappa e si prende la generale!

La Honda torna alla riscossa alla Dakar sparando la doppietta grazie all'argentino e Cornejo, 3° Price, Gerini il migliore con il 28° crono

Share


Dalla Capitale Riad alla cittadina di Buraydah. È questo il palcoscenico della quinta tappa della Dakar, che ha visto i protagonisti impegnati in un percorso lungo 624km, di cui 419 su tratto cronometrato. Nella prova odierna, la penultima prima del riposo previsto per domenica, ci ha pensato la Honda a fare la voce grossa.

Una prestazione di spessore quella di Kevin Benavides, che ha chiuso al comando il giovedì in 5 ore, 9 minuti e 50 secondi. Il crono odierno regala all’argentino il successo di tappa e la vetta della generale, grazie a un margine di 2’39” nei confronti di Xavier de Soultrait, che quest’oggi ha pagato quasi otto minuti. Per lui non è stata una giornata del tutto felice, dal momento che nel finale della prova è finito a terra, rimediando una  lesione al naso.

Caduta di Benavides a parte, la Honda sorride anche per il secondo poi di Ignacio Cornejo, un minuto più lento rispetto al compagno di squadra. Discorso opposto per quanto riguarda Joan Barreda. Lo spagnolo ha infatti accusato ben 19 minuti dalla vetta, chiudendo in 17^ posizione. Una giornata complicata per l’iberico, che ha pagato il compito di aver fatto da apripista. Per certi versi è andata meglio al suo compagno di squadra, ovvero Ricky Brabec, il quale ha limitato i danni con il 12° crono.

Sta di fatto che per quanto visto fino ad ora, lo statunitense è chiamato a rimontare i 25 minuti di distacco accusati nella generale.

Per quanto riguarda invece KTM, Toby Price si conferma il più veloce grazie al terzo tempo, mentre due posizioni più arretrato spicca Sam Sunderland, preceduto da un sorprendente Lorenzo Santolino. Poi Skyler Howes e Walkner. Da registrare infine la grandissima prestazione di Maurizio Gerini, che ha chiuso nei primi 30 con il 28° tempo.     

Articoli che potrebbero interessarti