Tu sei qui

Prova Peugeot 2008: Il B-SUV del Leone - consumi, prezzi e caratteristiche (foto/video)

E’ la 2008 che aspettavamo, bella, tecnologica e dal cuore sportivo. Tra consumi e prezzi il B-SUV francese convince, ma nell’allestimento GT non si bada a spese.

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Giunti alla seconda generazione, la nuova Peugeot 2008 compie un vero e proprio salto in quanto a tecnologia, design e sportività. La prima delle 2008 entra in produzione nel 2013, colpendo subito per le sue dimensioni compatte, che la rendono molto più versatile rispetto la sorella maggiore. La nuova 2008, invece, rappresenta molto di più. Riesce a soddisfare le esigenze di un pubblico più ampio che trova in questo modello tutto ciò di cui ha bisogno. Il SUV compatto riassume il meglio del marchio del Leone sino ad ora prodotto. Infatti, si trovano elementi simili e comuni che richiamano i modelli 3008, 208 e 508.

FRONTALE POSSENTE E SPIRITO DA LEONE. IL FAMILY FEELING SI RINNOVA

Il frontale ormai è inconfondibile: alto, massiccio e con calandra verticale. A dare il via al nuovo Family feeling del gruppo è stata la nuova Peugeot 208, ma in chiave B-SUV acquista ancora più robustezza. Caratteristica è la firma luminosa LED ad artiglio che si allunga, come se fossero dei canini. Decisamente un forte richiamo allo spirito del Leone. Le fiancate sono scolpite e le linee sono tese. Cerchi in lega da 18” diamantati, un’esclusiva dell’allestimento GT. Il posteriore è bello e rastremato con spoiler e fascione orizzontale nero brillante che enfatizza il design con i tre artigli illuminati a LED (spariscono a vettura spenta). Bello è il reale doppio terminale di scarico. I 155 CV sono ben presenti in questo Turbo benzina.

INTERNI CURATI E QUADRO STRUMENTI TRIDIMENSIONALE

Ciò che da subito attira la nostra attenzione è la trama in simil carbonio, che unisce la parte centrale della plancia con le portiere. A dividere in due la plancia vi è una striscia a LED (8 colori personalizzabili). Nella parte alta i materiali sono morbidi (soft touch) e in quella bassa sono più rigidi (meno pregiati). Complessivamente la qualità percepita è buona. La tecnologia di bordo è futuristica. Quadro strumenti i-Cockpit 3D e schermo centrale da 10 pollici per il sistema infotainment. Quest’ultimo è servito anche da diversi pulsanti fisici (stile pianoforte). Finalmente non si gestisce più il tutto solo dal sistema touchscreen, una caratteristica importante durante la guida, anche se mancano ancora i tasti diretti per disattivare i sensori di parcheggio e attivare il parcheggio automatico.

 

Soluzione molto intelligente e comoda è il posizionamento del vano porta dello smartphone con sistema di ricarica wireless. Comodo ed a portata di mano. Quando si apre lo sportellino poi, troviamo un ulteriore supporto per riporre un “secondo” smartphone sia in posizione orizzontale che verticale. I sedili anch’essi sono ben realizzati in un misto pelle, Alcantara e tessuto con cuciture in contrasto. La piattaforma modulare CMP (Common Modular Platform) permette di sfruttare al meglio lo spazio interno ed è più che sufficiente per quattro persone. Il vano bagagli gode di buona capienza e passa dai 430 litri a circa 1200, con sedili posteriori ribaltabili, frazionati in 60:40.

Alcune nostre note:

- Disponibile Apple Carplay e Android Auto
- Il navigatore nativo si basa su mappe TomTom con servizi Traffic
- I sedili anteriori possono essere riscaldati
- Il cassetto lato passeggero è molto profondo e capiente
- 2 Prese USB posteriori ma non vi sono bocchette per la climatizzazione
- Impianto audio FOCAL, 10 altoparlanti per un suono da concerto

IL TURBO BENZINA DA 155 CV HA UNA RISPOSTA ECCELLENTE, UN PO’ MENO PER I CONSUMI

Il motore PureTech è un turbo benzina di 1,2 litri a tre cilindri capace di erogare una potenza di 155 CV. E’ incredibile come questo “downsizing” riesca ad essere così brillante, fluido e con una potenza da far invidia a cilindrate ben maggiori. Sono disponibili 3 modalità di guida: ECO, NORMAL e SPORT. In quest’ultima i 240 Nm di coppia si sentono e sono già disponibili a 1.750 giri. La nuova Peugeot 2008 è una vettura multi-energy che può essere ordinata in 3 tipologie diverse di alimentazione: Benzina, Diesel o 100% Elettrica. Proprio per questo motivo, però ci chiediamo come mai non sia stato presentato un benzina abbinato ad un sistema ibrido o quanto meno mild-hybrid, per ridurre quanto più i consumi. Durante il nostro test abbiamo rilevato un consumo medio che varia tra gli 11 km/l ai 13 km/l in città e circa 16 km/l su percorsi extraurbani. Di certo, può consumare meno, ma i 155 CV invitano a “guidare”.

NELLA GUIDA SPORTIVA DIVERTE, MA ECCELLE NEL COMFORT

Da un allestimento top di gamma ci aspettiamo il massimo, ed il SUV francese non delude le aspettative. La seduta è molto comoda e alta. Facile trovare la giusta posizione tramite le pluri-regolazioni. Il primo impatto con l’auto è decisamente sportivo, ma francamente da lei ci aspettiamo soprattutto che offra il massimo confort di guida. Quest’auto deve soddisfare un pubblico più ampio, un pubblico che cerca spazio, comodità ed un pizzico di sportività, anche se con 155 CV è più di un semplice pizzico. Nella guida più dinamica, la buona accelerazione permette di raggiungere i 100 km/h in circa 8,9 secondi, mostrando un’ottima ripresa a qualsiasi velocità. Non pensate ad accelerazione brucianti, ma buona è la progressione, per poi rallentare la corsa a velocità più elevate.

La cambiata ideale in una guida sportiva è a circa 6.000, e si può agire direttamente sui paddle shift in modalità manuale, anche se preferiamo che l’ottimo cambio automatico EAT8 faccia tutto da solo. È di tipo a comando elettrico ad impulsi (convertitore di coppia). Il suo limite lo ritroviamo quando il motore è ancora “freddo” e si è in modalità di guida ECO. La sua regolazione non sembra ottimale e mostra qualche ritardo e/o incertezza. I paddle shift al volante sono utili e divertenti, ma troppo piccoli se si inizia ad esagerare in curva e non così a portata di mano essendo solidali al piantone. Allo stesso modo, anche le sospensioni si comportano egregiamente affrontando curve a velocità sostenute, senza avere alcun impaccio, confidando su una sospensione anteriore pseudo MacPherson ed un ponte torcente al posteriore. Il rollio non è marcato, ben gestito, ma anche in questo caso non bisogna esagerare, altrimenti iniziano a mostrarsi i limiti di un B-SUV progettato per la città. La sospensione posteriore è ben tarata, solo nei dossi più “importanti” risulta meno confortevole.

Anche la frenata ha soddisfatto, un leggero beccheggio, ma mai brusco, dato solo dall’altezza della vettura, ma lo spazio di arresto è più che buono. Durante la guida confortevole la 2008 dà il meglio di se. Le sospensioni sono più indicate in questa direzione e il sound del motore non è mai invasivo, così come l’abitacolo è ben insonorizzato.  Si inizia ad avvertire un po’ il fruscio del vento alle alte velocità, ma siamo ai livelli di ciò che solo alcune vetture premium offrono sul mercato. Ricordiamo però, che anche in questo caso, quando il motore è freddo il sound dello stesso si avverte. Nelle manovre di parcheggio, dal lunotto posteriore e dai cristalli laterali posteriori non si ha una buona visibilità, e si fa affidamento ai sensori di parcheggio anteriori e posteriori e alla retrocamera HD 180°, con visuale “aerea”. In compenso il volante è molto leggero, per un’ottima velocità di manovra.

Alcune nostre note:

- Sistema i-Cockpit, volante piccolo e visuale del quadro strumenti sopra la corona. Ottimo sistema, più volte apprezzato ma necessita di essere provato per più tempo
- Quadro strumenti i-Cockpit 3D, totalmente digitale su schermo da 10 pollici, molto bello è innovativo. Funziona con un doppio schermo ma a volte la lettura non è così “immediata” come ci si aspetta, bisogna anche qui farci un po’ l’abitudine.
- I pulsanti fisici per comandare il sistema infotainment non sono pochi ed essendo così ravvicinati durante la guida sono poco intuitivi.
- Sistemi ADAS di secondo livello, perfettamente regolati ben gestibili e visualizzabili. Difficile trovare di meglio.
- Il parcheggio automatico funziona bene, ma la sua attivazione è meno rapida di ciò che si potrebbe desiderare

DOPO IL SUCCESSO DEL 3008, ERAVAMO IN ATTESA DI UNA DEGNA 2008

Ebbene sì, la nuova PEUGEOT 2008 è l’auto che stavamo aspettando. Compatta, ma non ha nulla da invidiare dalla sorella maggiore. E’ una vettura pluripremiata (è stata eletta anche Auto Europa 2021 da UIGA). L’allestimento GT è un top di gamma, disponibile anche il tetto panoramico apribile. Il prezzo di partenza della 2008 è interessante ed è di 21.850 euro, mentre per la versione che abbiamo in prova si raggiungono i 33.950 euro. Un prezzo importante, ma non manca davvero nulla.

CI PIACE

– Design alla moda, robusto e degno di un SUV più “grande”
– Allestimento molto ricco, equivalente ai segmenti maggiori
– Motore e cambio automatico prestazionali

NON CI PIACE

– Alcuni pulsanti e funzioni sulla plancia comandi possono essere ancora migliorati
– Bocchette per la climatizzazione posteriore assenti, solo porte USB disponibili
– Consumi in linea con la potenza espressa, ma potrebbe essere ancora più virtuosa

SCHEDA TECNICA

- Alimentazione motore Benzina Puretech / Euro 6.3
- Trazione anteriore
- Cilindrata 1.199
- Numero cilindri 3
- Rapporto di compressione 10:1
- Potenza massima 114 kW (155 CV) a 5.500 giri/min
- Coppia massima di 240 Nm da 1.750 giri/min
- Cambio automatico EAT8 rapporti + 1 retromarcia (AISIN per motori trasversali)
- Accelerazione da 0-100 km/h, in 8,9 secondi
- Velocità Max 206 km/h
- Consumo medio 5,0 l/100 km (dichiarato)
- Lunghezza 430 cm; larghezza 177 cm; altezza 155 cm
- Capacità bagagliaio 405 + 29 (434) litri espandibili a 1200
- Peso a vuoto (compreso conducente) 1.280 kg

Articoli che potrebbero interessarti