Tu sei qui

La vendetta dell'operaio Mercedes licenziato: un escavatore e 5 milioni di danni

VIDEO - Spagnolo, licenziato a 38 anni, ha letteralmente perso la testa e distrutto mezzi e macchinari nello stabilimento di produzione di Vitoria dopo aver rubato un escavatore con cui ha consumato la sua vendetta

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Per i dirigenti dello stabilimento Mercedes di Vitoria è stato senza dubbio un fine 2020 con i botti, ma di certo non i botti che avrebbero immaginato. Da quanto riferito da numerosissimi media spagnoli infatti, un ex operaio di 38 anni, licenziato durante l'anno, ha consumato una vendetta che costerà molto cara all'azienda. 

Dopo aver rubato un escavatore a Legutiano, che dista circa 21 chilometri dallo stabilimento di Vitoria, il suddetto operaio si è diretto verso l'entrata del parcheggio dello stabilimento in cui erano ovviamente cutoditi i mezzi già prodotti. Si tratta di furgoni commerciali Mercedes equipaggiati sia con motori diesel che elettrici, il cui prezzo di mercato si attesta attorno ai 40.000 euro. L'autore di quella che palesemente è una vendetta per un licenziamento ritenuto ingiusto, ha distrutto circa 69 mezzi pronti per essere venduti nei concessionari e dopo aver fatto strage nel parcheggio si stava anche dirigendo verso la linea di produzione. 

La folle corsa è stata però arrestata in tempo, perché un eventuale ingresso nella linea di produzione da parte dell'autore del folle gesto avrebbe fatto schizzare il costo dei danni verso un valore ancora più pesante rispetto ai 5 milioni stimati fino a questo momento. Oltre ai furgoni distrutti ed ammassati, sono state danneggiate le barriere esterne dello stabilimento e diverse infrastrutture interne. 

Articoli che potrebbero interessarti