Franco Picco: a 65 anni l’Africano guida la corazzata azzurra alla Dakar

Il pilota vicentino torna al RAID dopo un'assenza durata cinque anni, tra i nostri portacolori attesa per il rookie Lorenzo Piolini con KTM

Share


Ancora tre giorni d’attesa e poi si partirà! Con il prologo di sabato a Jeddah, si alzerà finalmente il sipario sulla 43^ edizione della Dakar. Ovviamente in Arabia non mancherà un tocco di tricolore. Già, perché nella categoria riservata alle moto, saranno ben nove i nostri alfieri.

A comandarli non poteva che essere Franco Picco, ovvero l’Africano. Un pilota che ha bisogno di ben poche presentazioni il vicentino classe 1955, che si appresta a disputare la sua Dakar numero 29. L’ultima sua apparizione al RAID risale al 2016 con il quad. Adesso è tempo di tornare nuovamente sulle due ruote, dal momento che il veneto si presenterà ai blocchi di partenza in sella a una Husqvarna.

Che dire: giù  il cappello di fronte a un pilota intramontabile come Picco, che in ben due occasioni è arrivato a un passo dalla vittoria alla Dakar. La prima volta nel 1988, quando ad avere la meglio nei suoi confronti fu Edi Orioli con la Honda. L’anno successivo, fu sempre un’altra Honda a rovinargli la festa, ovvero quella del francese Gilles Lalay.

Da una parte ci sarà sicuramente stato un pizzico di amarezza, dall’altra Franco Picco ha saputo togliersi non poche soddisfazioni, tanto da trionfare nel 1986 al Rally dei Faraoni e centrare la tripletta dal Rally delle Piramidi, senza scordarsi il Transpana.

Il tempo passa, ma la passione per il rally continua a scorrere nel suo DNA. E allora eccolo nuovamente lì, sul campo di battaglia, pronto a dare l’assalto assieme a tanti altri piloti che potrebbero essere considerato suoi figli.

In Arabia, Franco Picco correrà nella classe Original by Motul, ovvero quella che non prevede assistenza tecnica durante la corsa. Assieme a lui ci saranno anche Tiziano Interno, al via con il pettorale numero 59. Tra i nostri alfieri, riflettori puntati anche su Maurizio Gerini, compagno di squadra di Jacopo Cerutti, che quest’anno non prenderà parte al RAID. Tra coloro che hanno risposto presente all’appello spicca anche Cesare Zacchetti, presente con KTM, e Francesco Catanese con Yamaha.

La lista comprende inoltre Giovanni Stigliano e Angelo Pedemonte, senza scordarsi di Davide Cominardi.

Tutti questi saranno al via della classe Orginal by Motul. Discorso opposto per quanto riguarda il moto viaggiatore, Lorenzo Piolini, che quest’anno ha spento 28 candeline. Se per un pilota come Picco la Dakar ha bisogno di ben poche presentazione, per il lombardo sarà invece la sua classica prima volta. C'è quindi grande curiosità nei confronti del rookie milanese, al via con KTM.    

Articoli che potrebbero interessarti