MotoGP, Mir sta con Rossi: "mi lascia senza parole, fa ancora cose assurde"

"Con la sua passione è normale che sia dove è e abbia vinto tanto. Il mio pronostico per il 2021? Stare ei primi 3 insieme a Marquez e Vinales"

Share


Joan Mir è nato nel 1997, l’anno in cui Valentino Rossi vinceva il suo primo titolo mondiale in 125. Sono passati più di vent’anni, lo spagnolo è l’astro nascente della MotoGP mentre il Dottore è ancora regolarmente in pista e lo sarà anche il prossimo anno.

Mir ha parlato di Valentino in una recente intervista concessa al sito spagnolo Sport.

Sono senza parole, è assurdo quello che sta facendo - ha spiegato - Qualcuno gli dice di ritirarsi, ma lui ha passione per le moto e con questo atteggiamento è normale che sia dove è e che abbia vinto quello che ha vinto”.

Joan e Rossi si erano giocati il podio a Misano, per il Dottore sarebbe stato il numero 200 nella classe regina ma fu il pilota della Suzuki a spuntarla.

Avrà tempo per rifarsi, io ho bisogno di podi più di lui” ha scherzato lo spagnolo.

Fra pochi mesi dovrà difendere il titolo, ma non ha ancora deciso quale numero metterà sulla carena.

Il numero 1 mi attira molto, è un un sogno e un privilegio perché è l’unico che non puoi scegliere - ha spiegato - Però mi piace molto anche il mio 36, con cui sono stato campione in Moto3 e in MotoGP. La scelta è solo mia, ci sto pensando”.

Mir si è sbilanciato su un pronostico per il 2021.

Non dico l’ordine, ma spero di stare nei migliori 3, insieme a Marquez e Vinales” ha affermato.

Articoli che potrebbero interessarti