CIV SBK, Andrea Mantovani prosegue con il Team Tutapista Corse

La prossima stagione il ferrarese e la formazione di Vincenzo Scandizzo prenderanno parte alla Superbike tricolore per il terzo anno consecutivo. Mantovani guiderà la BMW M1000RR 

Share


Non solo MotoE, ma anche tricolore. Se il 2020 si è rivelato un anno particolarmente convulso, il 2021 vedrà un doppio impegno tanto ambizioso quanto prestigioso. Andrea Mantovani, oltre a disputare la Coppa del Mondo “elettrica”, sarà nuovamente al via del CIV Superbike con il Team Tutapista Corse. Un impegno che andrà avanti per la terza stagione consecutiva e che vedrà il binomio portare al debutto l’inedita BMW M1000RR.

Numerose problematiche in questa stagione

Dai trascorsi nella 125 Grand Prix CIV, SuperStock 600 CIV, SuperSport 600 CIV ed Europeo SuperStock 1000, dal 2017 a questa parte Andrea Mantovani è presenza fissa nella top class del Campionato Italiano Velocità. Prima con i colori di Nuova M2 Racing, per poi passare proprio al Team Tutapista Corse, l’originario di Ferrara annovera ben 40 partenze in Superbike (di cui 2 podi). Partito in netto ritardo a causa della pandemia da COVID-19, il 2020 del “Manto” non è stato certamente fortunato: una serie di cadute, problemi fisici e tecnici lo hanno costretto per ben sei volte (su otto gare totali..) ad alzare bandiera bianca, con un sesto posto quale miglior risultato. Malgrado la S1000RR non fosse la moto più competitiva del lotto, Mantovani si è spesso dimostrato il più veloce nella lotta-in-casa-BMW.

Un 2021 indaffarato

Terminata la stagione corrente in 14esima piazza, il 26enne e la formazione capitanata da Vincenzo Scandizzo hanno deciso di proseguire l’impegno con la speranza di ripartire da quanto di buono mostrato in pista. Infatti, nonostante sia arrivato al traguardo in due misere occasioni, tale binomio ha mostrato a tutti le sue potenzialità, specie in quel di Vallelunga: soltanto una spaventosa carambola con Michele Pirro e un guasto meccanico hanno impedito a Mantovani di tornare sul podio.

Proprio quest’ultimo manca oramai da oltre 365 giorni (Gara 2 al Mugello del 2019) e la volontà di entrambe le parti è di rientrare sistematicamente nella battaglia per le posizioni di vertice. Con un 2021 che si preannuncia all’insegna dell’incertezza in virtù dell’introduzione della centralina unica MoTec, il ferrarese e il Team Tutapista Corse potranno contare sulla nuova arma della Casa di Monaco di Baviera, ovvero la M1000RR. L’anno venturo quindi si prospetta di vitale importanza per Andrea Mantovani, vincolato su più fronti grazie all’accordo siglato con il Team Gresini per la MotoE, un ottimo modo per rilanciare ulteriormente le quotazioni di carriera.

 

Articoli che potrebbero interessarti