MotoGP, Beirer: "Fornire le KTM al Team di Valentino Rossi? Saremmo felici"

"Potremmo pensare a una terza squadra  e siamo aperti a parlare con tutti per il 2022 o 2023". Anche Gresini e Petronas sarebbero benvenuti

Share


A fine 2021 scadranno i contratti di tre squadre MotoGP con gli attuali partner. Gresini si separerà da Aprilia o almeno non sarà più il suo team di riferimento. L'accordo tra SIC Petronas e Yamaha potrebbe terminare ed anche il futuro team Sky VR46, destinato a sistituire Avintia, sta definendo i propri piani. 

Chi osserva la situazione dall'esterno e con sguardo estremanente interessato, pare essere la KTM. La conferma dell'accordo con Tech3 anche per i prossimi anni è una mera formalità, visti i risultati raccolti assieme nell'ultima stagione grazie alla collaborazione del team francese, eppure le cose potrebbero diventare talmente interessanti da portare a ben due il numero di squadre satelliti pronte ad utilizzare le RC16 in gara. 

Pit Beirer, responsabile di tutta l'attività sportiva di KTM, ha rilasciato una intervista ai colleghi di Speedweek aprendo uno scenario molto interessante che coinvolge anche Valentino Rossi e il possibile debutto della sua squadra in MotoGP nel 2022. I colori della VR46 saranno già rappresentati nella prossima stagione da Luca Marini in sella alla Ducati di Avintia, ma in molti scommettono che la compagine spagnola sia pronta a cedere il proprio slot di ingresso alla top class proprio alla VR46, in collaborazione magari con SKY. Resterebbe solo da stabilire con che moto correrebbe la squadra di Rossi e non è detto che debba per forza trattarsi di Yamaha.

"Appena potremo essere certi che KTM è finalmente arrivata al livello dei migliori - ha dichiarato Beirer -  sarà possibile pensare ad una terza squadra. Potremmo offrire le nostre moto a chi sarà interessato, ma questo non è ancora il momento per parlare di queste cose. Siamo cresciuti molto nel 2020 in MotoGP, abbiamo vinto tre gare. Ma prima dobbiamo confermarci nella prossima stagione"

Sarebbe dunque possibile valutare un terzo team KTM magari a partire dal 2022 per Beirer. 

"Probabilmente non saremmo in grado di organizzarci prima. Adesso siamo arrivati ad un livello davvero molto soddisfacente, perché stiamo ripetendo i nostri risultati anche con i secondo team. Dopo due anni, il personale che si occupa del secondo team è ben organizzato, i fornitori sono gestiti bene, le consegne dei pezzi avvengono regolarmente. Avere un terzo team in MotoGP ci porterebbe nuovamente a lavorare al limite e ci ritroveremmo nel bel mezzo di un purgatorio. Per adesso vogliamo goderci questa situazione"

Insomma, le possibilità ci sarebbero ma non esiste ancora nulla di concreto per KTM.

"Al momento non ci sono discussioni al riguardo e neanche richieste specifiche. Continueremo con Tech3, mi pare chiaro. Ma se ci saranno richieste, valuteremo un terzo team, solo che senza richieste siamo solo nel mondo delle speculazioni. Dorna poi vorrebbe che ogni Costruttore avesse un team clienti, quindi sarebbe un problema se ci fosse un Costruttore con tre squadre". 

Le squadre che potrebbero bussare alle porte di KTM sono tre, ovvero un eventuale Sky VR46 di Rossi, il team Gresini ed anche la compagine Petronas di Razali. Proprio con Gresini c'è stato qualche problema in passato, quando nel 2015 pur avendo un contratto con KTM per la Moto3, la compagine italiana passò a Honda. Una situazione che però non sembra creare particolari problemi a Beirer. 

"Se in questo Paddock non fai affari con nessuno che abbia imfranto la propria parola, ti ritroverai presto da solo. Parleremo con tutti quelli che sono seriamente interessati. Saremmo felici di sentire Valentino Rossi in qualsiasi momento. Ma preferibilmente non prima del 2022 o del 2023". 

Articoli che potrebbero interessarti