Yamaha R6 2021: deriva dalla versione stradale ed è pronta per la pista

La Yamaha R6 Race sarà disponibile solo nella versione Race, ce la presentano Andrea Colombi, country manager Italia e il campione del mondo Andrea Locatelli

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Di Aldo Ballerini

Nel 2021 la Yamaha R6 sarà disponibile solo nella versione Race (ne avevamo parlato qui), non omologata ma predisposta per correre in pista, sia per uso amatoriale che competitivo, per competere nei campionati Supersport nazionali.

Cosa ne pensa Andrea Locatelli? "È una moto straordinaria, velocissima ma anche facile, che ti spinge a superare i tuoi limiti. La versione con il kit diventa molto vicina alla mia moto da gara, e a conti fatti è anche accessibile". Andrea ama questa moto, del resto gli ha portato il titolo di campione del mondo Supersport, è dispiaciuto a lasciarla nel 2021 ma allo stesso tempo non vede l'ora di dare gas: il prossimo anno la lascerà per passare in Superbike, sulla R1 Yamaha ufficiale; ha già fatto il primo test: "Mi trovo molto bene, ma ci sarà tanto da lavorare...".

La R6 Race nasce dalla base (quella omologata) che ben conosciamo, ed è già ottima per essere preparata per le gare; in più la Yamaha offre il kit GYTR per migliorarne le prestazioni.

Tra i numerosi accessori sono da segnalare: il pacchetto elettronico con un cablaggio racing e centralina programmabile; il sistema di aspirazione Air intake System più performante e lo scarico da gara Akrapovic interamente in titanio.

Il kit comprende numerosi altri componenti speciali, e per avere il massimo c'è anche la gamma completa Öhlins.

 

Articoli che potrebbero interessarti