Aprilia al lavoro su una RS 400: progettata in Italia, costruita in India

La crescente richiesta da parte del mercato indiano di moto sportive di piccola cilindrata ha convinto Noale a sviluppare una versione a cilindrata ridotta della sportiva media

Share


L'Aprilia RS 660 ha senza dubbio lasciato il segno e sta continuando a farlo. La sportiva di media cilindrata lanciata dalla Casa di Noale (leggi QUI la nostra prova) ha rianimato un segmento di mercato, regalando una moto abbastanza potente da essere adrenalinica ma anche sfruttabile al punto da essere perfetta per divertirsi tutti i giorni in sella. 

Una formula che funziona e che tanti altri si apprestano a replicare, spostando l'attenzione più che sulla ricerca di una cavalleria da primato sulla ricerca del puro piacere di guida. In questo contesto va inquadrata la possibilità che anche per il mercato indiano Aprilia voglia offrire una propria declinazione della sua RS e per farlo sta lavorando ad una versione a cilindrata ridotta della sportiva.

In India moto come la KTM RC 390 e la Kawasaki Ninja 400 recitanto il ruolo del leone sul mercato per questo segmento e una eventuale RS 400, sia nella sua versione carenata che in una eventuale Naked Tuono, avrebbe tutte le carte in regola per insidiare quel ruolo. L'ha riferito Diego Graffi, amministratore delegato di Piaggio India al sito BikeWale, che rappresenta il punto di riferimento in India per tutte le informazioni sulle novità di mercato. Attualmente Aprilia offre ai propri clienti di quella zona le versioni 150 della RS e della Tuono, ma la crescente voglia di moto anche più emozionali ha portato alla decisione di sviluppare le versioni 400. 

Plausibilmente questi modelli saranno interamente progettati in Italia a Noale per poi essere prodotti e distribuiti, per ovvie motivazioni logistiche, negli stabilimenti Piaggio in India. 

Articoli che potrebbero interessarti