MotoGP, VIDEO - Pernat: "Valentino Rossi contento per un 12° posto? È bocciato"

Il manager alle prese con i giudizi di fine anno: "bravo Bradl che ha messo a posto la Honda, a differenza di Pirro con la Ducati. Bagnaia è rimandato, Petrucci irriconoscibile"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


L’anno volge al termine ed è tempo di bilanci. Anche per i piloti, che hanno finito il loro campionato già da qualche settimana. Carlo Pernat, insieme a Paolo Scalera e Matteo Aglio, si è messo in cattedra per promuovere e bocciare i protagonisti della MotoGP.

Il manager genenovese, come sempre, non ha fatto sconti, con tante bocciature e qualche promozione. Qui sopra potete vedere il video integrale, mentre sotto ci sono i giudizi del professor Pernat, dall’ultimo all’11° classificato. Per la Top Ten dovrete aspettare ancora qualche giorno.

“Rimando Savadori, non ho elementi per promuoverlo”

Rimando Lorenzo Savadori. Capisco che per lui fosse il debutto, capisco i problemi della moto, però non mi ha fatto vedere nulla per promuoverlo. Ci sta che il prossimo anno possa essere il secondo pilota di Aprilia, non ho altri elementi di giudizio, quindi lo rimando”.

“Pirro non è riuscito a mettere a posto la Ducati”

In base ai risultati fatti dalla Ducati quest’anno, essendo lui il tester, boccio Michele Pirro. Il suo compito era quello di mettere la moto a posto e non ci è riuscito”.

“Smith ha perso l’occasione di dimostrare di essere ancora un pilota di livello”

“Bradley Smith è chiaramente bocciato, perché aveva una grossa occasione: quella di far vedere di essere ancora un pilota di un certo livello. Ha fatto un campionato che non è servito nulla, nemmeno a dare indicazioni, ed è arrivato sempre in fondo. Ha perso un’occasione”.

“Lecuona sarebbe dovuto rimanere un altro anno in Moto2”

Iker Lecuona non era ancora pronto a passare in MotoGP e non ha fatto vedere nulla, se non delle belle cadute. Lo boccio in pieno, sarebbe dovuto rimanere un altro anno in Moto2 per farsi le ossa”.

“Bradl promosso: i passi avanti della Honda sono anche merito suo”

Promuovo Stefan Bradl, perché si è trovato a essere il solo collaudatore di Honda e se la moto si è messa a posto è anche merito suo. È riuscito a rendere la Honda guidabile da tutti”.

“Crutchlow non è stato un pilota vero”

Cal Crutchlow merita una bocciatura netta. Non ha mai avuto la moto nelle sue mani, ha guidato male, non ha fatto il pilota vero. Ha le sue scusanti, ma io lo boccio”.

“Rabat? Un figurante, bocciato un pieno”

“Tito Rabat sembrava un figurante, è bocciato in pieno. Se dobbiamo parlare di quest’anno è una bocciatura totale, anche se mi dispiace molto per lui questi sono stati i titoli di coda più di una stagione”.

“Aleix Espargarò promosso per quanto ha sofferto, bocciato per le troppe cadute”

Aleix Espargarò è promosso e bocciato. Lo promuovo perché è da tanti anni in Aprilia e ha sofferto cose che non stanno né in cielo né in terra, ci ha messo il cuore. Lo boccio perché è caduto tante volte in cui avrebbe potuto portare la moto al traguardo”.

“Bagnaia è rimandato, e con quattro materie”

“Pecco Bagnaia lo rimando di quattro materie, che è il massimo e sono tante. Per essere promosso il prossimo anno dovrà impegnarsi molto”.

“Boccio Rossi: non voglio più sentirlo dire di essere contento per un 12° posto”

Sono valentiniano, ma quest’anno Rossi è bocciato per quello che non ha fatto e soprattutto per la sua ultima dichiarazione. Ha detto di essere contento di un 12° posto vicino a Vinales e Quartararo, non voglio più sentire Valentino dire certe cose”.

“Non mi aspettavo che Alex Marquez facesse un passo indietro a fine anno”

“Rimando Alex Marquez. Dopo i due podi aveva fatto un salto di qualità, ma nelle ultime gare mi aspettavo una crescita, invece è andato indietro. Non mi ha convinto che abbia fatto un finale di stagione simile all’inizio, significa che non è ancora a posto”.

“Zarco è un eterno rimandato”

Johann Zarco è un eterno rimandato, non è mai stato né promosso né bocciato. Sembra un ectoplasma, a volte fa bene e altre fa male”.

“Petrucci è stato irriconoscibile, sembrava un altro”

Mi dispiace ma Danilo Petrucci è bocciato in pieno. Non è stato il pilota che conoscevamo, simpatico e con la voglia di fare. Non ha trovato quello stimolo di rivincita nei confronti della Ducati, è stato irriconoscibile, sembrava un altro”.

“Binder rimandato, ma con onore”

Tutti hanno sempre parlato di Brad Binder come di un fenomeno. Ha vinto una bella gara, grazie anche alla KTM, ma per il resto non mi ha convinto, quindi è rimandato, anche se con onore”.

Articoli che potrebbero interessarti