MotoGP, Salta il GP di Brno nel 2021, la Repubblica Ceca rinuncia alla gara

Troppo alti i costi per rifare l'asfalto (3,8 milioni di euro) e la quota di organizzazione (6 milioni). Il circuito russo di Igora Drive potrebbe sostituirlo

Share


Nel 2021 non ci sarà il Gran Premio della Repubblica Ceca a Brno. Il promoter locale lo ha comunicato ieri e all’origine dell’assenza c’è la mancanza di fondi per organizzare la gara per il prossimo anno.

I piloti avevano infatti richiesto a gran voce il rifacimento completo dell’asfalto, un lavoro fatto l’ultima volta 12 anni fa, e Dorna aveva perorato la loro causa. Il problema è che servirebbero 3,8 milioni di euro per il nuovo manto, ma in questo momento non c’è nessuno che possa sobbarcarsi questa spesa. Neanche il Comune di Brno e il Governo della Moravia, da sempre principali sponsor dell’evento ma ora messi alle strette dall’emergenza scatenata dal coronavirus.

Come se non bastasse, Dorna per il 2021 avrebbe anche deciso di aumentare la quota dovuta per l’organizzazione del GP da 4 a 6 milioni di euro e questo ha messo ancora più in crisi gli organizzatori.

Brno aveva debuttato ufficialmente nel motomondiale nel 1965, il circuito era stato completamente rifatto negli anni ’80 (prima era un tracciato stradale) ed è stato ininterrottamente in calendario dal 1987, con la sola eccezione del 1992, anno della scissione della Slovacchia.

La data lasciata libera da Brno potrebbe essere recuperata su uno dei circuiti di riserva. Uno è Portimao, l’altro quello di Igora Drive in Russia. Proprio quest'ultima potrebbe essere un’alternativa particolarmente valida, perché la pista si trova non lontana dai confini della Finlandia e quindi si potrebbe pensare a un doppio appuntamento nel Nord Europa a luglio.

Articoli che potrebbero interessarti