Prova Honda X-ADV 2021: non chiamatelo scooter! Foto, caratteristiche e prezzo

VIDEO - Il SUV a due ruote della Casa di Tokyo è stato evoluto ma non stravolto. Costa 12.490 Euro, il design più aggressivo è accompagnato da un motore più potente e una strumentazione moderna e funzionale. Consuma poco e sa anche emozionare

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Il SUV a due ruote. Ecco cosa rappresenta l’Honda X-ADV, un mezzo che da solo ha creato un nuovo segmento rappresentando l’anello di congiunzione che non c’era tra una maxi enduro ed uno scooter. E’ esattamente questo  l’X-ADV, nato da una intuizione tutta italiana ed ora giunto alla seconda generazione. Nella sua prima versione si è anche preso il gusto di strappare per un anno lo scettro al grande rivale Yamaha T-Max nella classifica degli scooter sportivi più venduti. 

Un’ambizione che adesso l’X-ADV 2021 coltiva grazie ad una grandissima serie di miglioramenti che non ne hanno stravolto la natura, ma hanno invece evoluto tutte le ottime caratteristiche già presenti sul primo modello. QUI trovate tutti i dati tecnici di un mezzo camaleontico, che adesso è ancora più maturo e polivalente. Ma adesso, vogliamo raccontarvi come va dopo averlo provato su strada ed in off-road. 

Honda X-ADV - Non chiamatelo scooter

HONDA X-ADV 2021

Al primo impatto con l’X-ADV la nuova strumentazione colpisce nel segno. Il TFT da 5 pollici è ricchissimo di informazioni, ed il pannello del menù facilmente accessibile per modificare il layout tra quelli disponibili. Al primo colpo d’occhio si trovano subito tutte le informazioni necessarie, ed è perfettamente visibile la configurazione dei singoli controlli elettronici. Il manubrio è largo e ben distanziato dalla sella, consentendo una posizione di guida centrata. Più alto rispetto alla media di altri scooter ed anche rispetto al Forza 750 che abbiamo provato poche settimane fa (QUI la prova completa) è pensato per agevolare anche nella guida in piedi in fuoristrada. Una pratica per cui è consigliabile acquistare anche le pedane da off-road opzionali. 

La sella è ben conformata, magari non confortevole come su altri mezzi dello stesso segmento, ma decisamente più adatta alle varie situazioni di guida per cui è pensato l’X-ADV. Il freno di stazionamento posto sul manubrio destro è comodissimo da azionare e molto pratico per poter parcheggiare in salita, e lo spazio ricavato dopo averlo spostato ha consentito ad Honda di aggiungere un pratico vano porta oggetti dietro lo scudo. Molto ampia è anche la porzione di spazio della sella per il passeggero, che grazie a delle pedane molto ampie viaggia letteralmente in prima classe. Di prima classe poi lo spazio sotto la sella, che ospita agevolmente un casco integrale, anche del tipo con frontino da off-road, offrendo un piccolo spazio aggiuntivo per altri oggetti. 

Il livello generale delle rifiniture è molto elevato, non si ha assolutamente la percezione di essere al cospetto di un qualche genere di compromesso. La qualità Honda e tutta la razionalità sempre presente nei mezzi della Casa di Tokyo è ben percepibile da tantissimi dettagli. I blocchetti elettrici sono ricchi, ma molto intuitivi. Il sistema di regolazione del cupolino è splendidamente realizzato, anche se sconsigliabile da azionare mentre si è in movimento. 

Honda X-ADV - Emozioni da moto? Non è una eresia

Sono il classico smanettone. Mi piace andare in pista, mi piace andare in giro con la mia moto sportiva e sperimentare tutta l’adrenalina che solo una moto vera sa regalare. Inutile nasconderlo, ero molto diffidente prima di provare l’X-ADV, un mezzo che vuole essere una via di mezzo tra una moto ed uno scooter. Pensavo che magari avrei trovato un mezzo pratico si, ma emozionante per niente. La realtà però è ben diversa, perché l’X-ADV, oltre a colpirmi per la sua grandissima sfruttabilità, è riuscito anche a farmi spuntare più di un sorriso sotto il casco.

HONDA X-ADV 2021

Di certo non è un mezzo con cui poter guidare con il coltello fra i denti, ma una volta entrati in perfetta sintonia con il DCT e con una ciclistica morbida ma anche molto precisa, viene naturale iniziare una vera danza tra le curve. L’avantreno trasmette tanta confidenza e la luce a terra non è affatto male. E’ insomma possibile divertirsi davvero in sella all’X-ADV e quando arriva la classica strada bianca che ti separa da una spiaggia da sogno, non teme affatto la sfida, ma anzi ti fa capire che può masticare ben altro. Il grande valore aggiunto dell’X-ADV sta nella sua genialità, che di fatto aggiunge un’enorme sfera di possibili applicazioni rispetto ad un classico scooter. 

Anche il comportamento del motore quando si sfrutta il DCT in modalità Sport sa sorprendere, perché pur non essendo una libellula sulla bilancia, in autostrada si possono sfiorare punte di tutto rispetto ed anche la spinta in uscita di curva è notevole. A volte dispiace quasi di non avere dei freni più aggressivi, perché il resto del pacchetto consentirebbe all’X-ADV di tenere un ritmo molto più elevato sul misto. 

Honda X-ADV - Evoluzione logica

La ricetta era già molto equilibrata prima, per cui non era assolutamente necessario rivoluzionare l’X-ADV. Bastavano piccoli ritocchi per rendere ancora più appetibile un mezzo che ha sempre riscosso il favore del pubblico e Honda ha deciso di non strafare, lasciando intatta l’anima di un mezzo già riuscitissimo. 

HONDA X-ADV 2021

Eppure i 3,6 cv in più, uniti al peso guadagnato sulla bilancia, si fanno sentire una volta in sella. Il faro con tecnologia DRL ha cambiato il volto dell’X-ADV, adesso più appuntito e decisamente più cattivo. Il designer Maurizio Carbonara ha lavorato sui concetti già sviluppati nella prima versione rendendo più armonico il tutto, con linee spigolose e molto tese, che rendono molto dinamico l’impatto estetico di un mezzo ricchissimo di personalità e perfettamente riconoscibile. 

Ad aggiungere un tocco di tecnologia ci pensa la rinnovata strumentazione TFT, che conferisce al ponte di comando un aspetto moderno e molto funzionale creando una commistione molto equilibrata tra gli elementi più ‘ruvidi’ propri di un mezzo adatto anche all’off-road, ed elementi di altissimo profilo tecnologico, come appunto la strumentazione, connessa tramite bluetooth al telefono e i blocchetti elettrici, ricchi di pulsanti eppure molto razionali nella dislocazione dei singoli comandi. 

Honda X-ADV 2021 - Cosa ci è piaciuto e cosa meno

Ci è piaciuta molto la nuova strumentazione ed anche il bicilindrico in questa versione Euro 5, che grazie alla piccola dose di cv in più e ad un’allungo che lo porta a sfiorare i 7.000 rpm, ha una personalità ben definita ed una grandissima elasticità. Molto ben accordato il DCT e assolutamente centrati i riding mode disponibili, con il valore aggiunto della mappa USER completamente personalizzabile. La ciclistica è sempre neutra e ben bilanciata ed abbiamo registrato consumi davvero irrisori durante la nostra prova, pur non lesinando affatto con il gas. Un merito del motore corsa lunga, che permette percorrenze sempre nell'ordine di 25 km/l. Il prezzo non è da entry level con i suoi 12.490 euro, ma stiamo parlando di circa 1.300 euro in meno rispetto al T-Max, il rivale predestinato. 

Non ci hanno convinto del tutto i freni, che svolgono perfettamente il loro compito nella maggior parte delle situazioni, ma non risultano abbastanza incisivi quando il ritmo si alza. La stabilità in autostrada alle alte velocità e la protezione aerodinamica non sono le stesse del ‘fratello’ Forza 750, ma è un piccolo compromesso ampiamente ripagato dalle doti che mancano all’altro. In off-road l’X-ADV si comporta bene, ma non è consigliabile spingersi troppo oltre per chi mastica poco fuoristrada. Digerisce benissimo una strada bianca ed uno sterrato leggero, ma bisogna ricordarsi di non essere su un’Africa Twin. 

Per il nostro test in sella al nuovo Honda X-ADV abbiamo utilizzato:

  AGV SPORTMODULAR MONO - MATT CARBON

 

 GIACCA DAINESE CARVE MASTER 2 GORE-TEX

 

PANTALONI DAINESE CARVE MASTER 2 GORE-TEX

 


 GUANTI DAINESE UNIVERSE GORE-TEX


 

 STIVALI DAINESE TORQUE D1 OUT GORE-TEX

​​​​

Share

Articoli che potrebbero interessarti