Fango, freddo e pioggia: Morbidelli si difende coi denti al Monza Rally

Questo Rally di Monza non ha niente a che vedere con le edizioni precedenti e Franco si è ritrovato a confrontarsi con le condizioni peggiori, ma il debutto è positivo

Share


Fango, freddo e pioggia: con queste condizioni ci vuole ben poco a sbagliare e Thierry Neuville ne sa qualcosa. Già, perché in mattina il pilota belga della Hyundai è stato costretto a deporre le armi, mettendo fine ai sogni di rincorrere il titolo iridato.

Dal canto suo, Franco Morbidelli sta invece cercando di dosare le proprie forze, attaccando, ma al tempo stesso evitando di prendere rischi eccessivi. Dopo tre speciali occupa infatti la 59^ posizione a 4’57” dalla vetta, detenuta dalla Fiesta di Lappi.

Il cronometro conta, ma di sicuro a Franco poco importa questo weekend, innanzitutto perché è la sua prima gara in questa specialità, poi c’è anche il discorso legato alla vettura, che vanta 80 cavalli in meno rispetto alle WRC Plus utilizzate dai big del Campionato: “Sono qua per imparare, crescere e capire – ha detto – so che sarà complicato questo fine settimana, ma questa è l’occasione giusta per avvicinarsi al mondo dei rally e non potevo desiderare di meglio”.  

A Monza la gara del Mondiale è entrata nel vivo e il romano di Tavullia lo vedremo in azione per l’ultima prova di giornata, che scatterà alle 17:38. Poi domani sarà come finire nella gabbia delle tigri, con le speciali che si disputeranno nella bergamasca con fondo innevato.

Share

Articoli che potrebbero interessarti