MotoGP, Marc Marquez all'ospedale di Madrid: terza operazione vicina

AGGIORNATO - VIDEO - Lo spagnolo potrebbe decidere di operarsi a breve, per sperare di tornare in forma in tempo per la prima parte della stagione 2021. La conferma nelle prossime ore

Share


Marc Marquez si è recato stamattina presso l'ospedale Ruber di Madrid, per valutare la sempre più probabile ipotesi di sottoporsi ad una terza operazione al braccio destro. Secondo quanto riportato dalla trasmissione TV spagnola Jugones, lo spagnolo sarebbe stato accompagnato da suo padre per avere un consulto destinato a sciogliere probabilmente gli ultimi dubbi del pilota. 

Sappiamo ormai bene che la scelta iniziale per Marquez fosse quella di un approccio più conservativo dopo la seconda operazione. L'idea era quella di dare tutto il tempo all'omero destro di tornare perfetto, senza sottoporlo ad ulteriori stress. Sulla carta questa strada avrebbe dovuto consentire a Marc di tornare in sella alla sua Honda per la tappa di Aragon. Quando è però apparso chiaro che la riabilitazione potesse richiedere molto più tempo, si è fatta sempre più forte l'ipotesi di un terzo intervento, sperando che possa essere risolutivo. 

Marquez rischia di perdere i primi test del 2021, previsti a Sepang dal 19 febbraio, ed è plausibile che questa terza operazione tenga lo spagnolo lontano dalla sua Honda anche per la sessione successiva, programmata a Losail dal 10 marzo. Questo sarebbe il prezzo da pagare per tentare di risolvere i problemi all'omero con questa nuova operazione, con la speranza di poter salire in sella per la prima gara del mondiale 2021, sempre a Losail il 28 marzo, ben otto mesi dopo l'ultima volta che è salito sulla 'sua' RCV 213. 

L'intervento dovrebbe prevedere il trapianto osseo, secondo quanto rappresentato da vari chirughi interpellati dai media. Una tipologia di tecnica in grado di risolvere i problemi riscontrati all'omero destro da Marquez, ma che dall'altra parte sembra destinata a presentare un conto abbastanza salato in termini di tempistiche di recupero richieste. L'otto volte campione del mondo avrà 28 anni nel 2021, quindi anche l'ipotesi di perdere parte della stagione pur di recuperare completamente la condizione fisica appare un prezzo lecito da pagare, piuttosto che rischiare di compromettere la carriera di un pilota che è destinato a scrivere tante altre pagine della storia della MotoGP. 

AGGIORNAMENTO - Il padre di Marc conferma che non c'è ancora stata l'operazione

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti