SBK, UFFICIALE - Cancellato il Tourist Trophy 2021: il Governo dell'isola ha deciso

Dopo aver saltato l'edizione 2020, neanche nel 2021 si correrà la madre di tutte le road races. Si spera di poter salvare il Classic TT e il Manx Gran Prix

Share


Non vedremo sfrecciare le moto lungo Bray Hill neanche nel 2021, o almeno non lo vedremo per il Tourist Trophy. E' infatti stata resa nota oggi la decisione del Governo dell'isola di cancellare l'evento, con larghissimo anticipo. Purtroppo il quadro attuale legato al Covid resta preoccupante ed una gara come il TT richiede tantissimi mesi di preparazione per tutti quelli che ne sono coinvolti, dalle squadre, ai piloti, ai residenti dell'isola che erano abituati a vivere nelle settimane del Tourist Trophy una vera invasione da parte di motociclisti provenienti da tutto il mondo. 

"Non sottovaliutiamo la delusione che questa decisione causerà a molte persone - queste le parole di Laurence Skelly, Ministro per le attività economiche dell'Isola di Man - ma stiamo prendendo una decisione con largo anticipo e del tutto logica, per dare certezze ed essere chiari con i tifosi della corsa e con tutti colori che ne sono coinvolti. Ogni anno il TT si appoggia a migliaia di volontari e ci sono funzionari provenienti da diverse organizzazioni. Non possiamo impegnarci per accogliere decine di migliaia di persone sull'isola a giugno. Abbiamo anche valutato di spostare il TT ad una data successiva, ma la cosa avrebbe rappresentato un problema troppo complesso. Restiamo fiduciosi di poter far correre il Classic TT ed il Manx Grand Prix, forse in un periodo diverso da quello previsto". 

Una vera doccia gelata per gli appassionati di tutto il mondo, ma anche un modo molto corretto di affrontare il problema. Partecipare anche solo come tifosi al TT richiede una organizzazione non da poco e decidere di cancellare con così largo anticipo la manifestazione evita un potenziale spreco di risorse economiche. C'è poi da considerare che a differenza di altri sport, come ad esempio la MotoGP, il TT non si regge in piedi dal punto di vista economico grazie ai diritti TV. Il vero 'motore' economico della manifestazione sono infatti le decine di migliaia di appassionati che si riversano sull'Isola durante le due settimane di gara. Senza poter garantire la presenza di questi tifosi, semplicemente il Governo dell'Isola ha scelto di cancellare l'evento. L'ennesima tegola causata da questo maledettissimo Covid19, che sta stravolgendo le nostre vite in ogni modo possibile ed immaginabile. 

Photocredit @ttraceofficial

Share

Articoli che potrebbero interessarti