I pannelli luminosi obbligatori in tutti i circuiti che ospitano la MotoGP

Ciò fa parte nell'ambito di una nuova partnership per la sicurezza tra la Fédération Internationale de l'Automobile (FIA) e la Fédération Internationale de Motocyclisme (FIM)

Share


I pannelli luminosi ad alta tecnologia saranno obbligatori in tutti i circuiti che ospitano eventi del Campionato del Mondo FIA di Formula Uno e del Campionato del Mondo FIM MotoGP dal 2022, e del Campionato Mondiale Endurance FIA, FIM WorldSBK e FIM EWC dal 2023, nell'ambito di una nuova partnership sulla sicurezza tra la Fédération Internationale de l'Automobile (FIA) e la Fédération Internationale de Motocyclisme (FIM).

I pannelli luminosi possono essere azionati dalla direzione gara o a bordo pista dai commissari di gara e sono utilizzati per visualizzare informazioni cruciali per i concorrenti, tra cui le informazioni sulla bandiera, lo stato meteorologico, e se è stata installata una safety car o una safety car virtuale.

Attualmente in F1, il promotore del campionato è responsabile del trasporto dei pannelli di alto livello ad ogni gara, ma poi li rimuove per la gara successiva, il che significa che altri eventi su quei circuiti non hanno accesso a questa tecnologia di sicurezza. Il nuovo requisito significherà che ogni campionato che gareggia su questi circuiti avrà accesso ai livelli di tecnologia di sicurezza della F1.

Ciascuno dei circuiti FIA di grado 1 del calendario di F1 dovrà installare i pannelli luminosi omologati T1, che hanno superato l'ultimo standard FIA 3504-2019.
Ciascuno dei circuiti FIM dei calendari MotoGP, Mondiale Superbike e Endurance dovrà installare i pannelli luminosi omologati T1 o T2.

Il requisito si estenderà ad altri circuiti FIA di grado 1 o 2 che ospiteranno eventi del Campionato FIA, tra cui il Campionato Mondiale Endurance FIA nel 2023, dove i pannelli con specifiche T2 saranno obbligatori, e i circuiti FIA di grado 3 che ospiteranno i Campionati FIA nel 2024, dove sarà richiesto il pannello luminoso con specifiche T3.

Questi pannelli sono sottoposti a rigorosi test dal laboratorio dell'Istituto Federale di Metrologia in Svizzera, dove vengono esaminati in diverse condizioni, tra cui la pioggia e la luce diretta del sole.

La società britannica EM Motorsport è attualmente l'unico produttore ad aver superato i test FIA per i pannelli luminosi T1 e T2, mentre diversi altri produttori sono in procinto di omologare i loro prodotti. La società spagnola Pixelcom ha superato i test FIA T2 ed è attualmente l'unico fornitore per i pannelli T3 omologati dalla FIA.

Questo nuovo requisito si basa sulla collaborazione tra la FIA e la FIM in materia di sicurezza dei circuiti e segue l'introduzione di uno standard comune per la verniciatura dei circuiti all'inizio di quest'anno.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti