McLaren Artura 2021: debutto tra le supercar ibride (di serie, dopo l'ipercar P1)

La Casa britannica annuncia che l’Artura sarà in vendita nella prima metà del nuovo anno. Nell’articolo le caratteristiche e le prime foto che l’azienda ha lasciato trapelare. Un ‘V6 biturbo’ ed un motore elettrico per non far rimpiangere i ‘V8’.

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


I propulsori termici sono affiancati, ormai da diversi anni, da quelli elettrici. Non solo per la salvaguardia ambientale ma anche per aumentare le prestazioni. Quindi non solo ‘green’ ma anche emozioni ed adrenalina proprio come le supercar di qualche anno fa. La formula uno rappresenta la massima espressione di tecnologia in tal senso. Il coinvolgente sound di un dodici cilindri era sicuramente musica per gli appassionati. E’ innegabile. Ma è alquanto innegabile che la spinta, grazie alla coppia massima già a zero giri, che un motore elettrico può fornire è difficilmente raggiungibile con un motore a combustione interna.

McLaren porterà tutta la sua esperienza nell'ingegneria dei propulsori ibridi nella categoria delle supercar nel primo semestre del prossimo anno con l'introduzione della nuova Artura, una vettura ibrida ad alte prestazioni (HPH – High Performance Hybrid -) sviluppata grazie all’esperienza sviluppata in strada ed in pista. Un progetto innovativo sotto ogni aspetto, ove Artura segna l'inizio di una nuova era per l’azienda britannica. Basandosi sull'esperienza nell'elettrificazione mostrata per la prima volta nell'ipercar ibrida McLaren P1 svelata nel 2012 e più recentemente nella Speedtail Hyper-GT, entrata in produzione quest'anno come l'auto più performante di sempre della McLaren con una velocità massima di 403 km/h, la Artura è la prima supercar di serie ibrida ad alte prestazioni della McLaren. "Ogni elemento della Artura è assolutamente nuovo - dall'architettura della piattaforma a ogni dettaglio del propulsore ibrido ad alte prestazioni, alla carrozzeria esterna, gli interni e l’avanguardistico sistema di interfaccia del conducente - ma attinge a decenni di esperienza McLaren in - tecnologie sviluppate per le vetture da competizioni e stradali leggere e potendo contare su tutta la nostra esperienza nell'elettrificazione nella classe delle vetture supercar ". Queste le parole, sul nuovo progetto, di Mike Flewitt, Chief Executive Officer, McLaren Automotive.

La Nuova Artura segna il debutto di un nuovissimo e compatto propulsore a benzina V6 biturbo, progettato per legarsi con un motore elettrico e creare un nuovo propulsore ibrido leggero ad alte prestazioni che conserva i vantaggi in termini di prestazioni dei motori V8 più performanti di McLaren e ha l’ulteriore attrazione di una migliore risposta della coppia a bassi regimi del motore per fornire un'accelerazione esaltante. La Artura può viaggiare anche con la sola energia elettrica nei quotidiani tragitti urbani, a 0 emissioni. È questo il primo modello ad essere realizzato sulla nuovissima architettura della piattaforma ottimizzata per l'elettrificazione, progettata e prodotta nel Regno Unito presso il McLaren Composites Technology Center, la Artura conferma l'impegno di McLaren verso i principi di ingegneria ultraleggera che affondano le loro radici nel motorsport. Il peso aggiuntivo dato del sistema ibrido ad alte prestazioni, ad esempio, è stato ampiamente compensato dall'uso di tecnologie per il risparmio di peso su tutto il telaio, la carrozzeria e il gruppo propulsore. Inoltre, la McLaren Carbon Lightweight Architecture (MCLA) al centro della Artura non solo consente un vantaggio di peso che pone la vettura ai vertici della categoria, ma è anche la base per l'eccellenza dinamica insita in ogni prodotto McLaren. Se siete tra i futuri potenziali clienti della Artura a questo link potrete rimanere aggiornati nei prossimi mesi.

Share

Articoli che potrebbero interessarti