SBK, CIV SS600, Matteo Patacca approda nel Bike e Motor Racing Team

Reduce dalla positiva stagione nella Moto3 tricolore, nel 2021 il giovane pilota abruzzese debutterà nella SS600 del CIV tra i ranghi della squadra di Teramo. Guiderà una Yamaha YZF-R6

Share


A distanza di un mese esatto dalla finalissima disputata all'Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, la griglia 2021 del CIV SuperSport 600 sta prendendo sempre più corpo. Dopo gli annunci di Roberto Mercandelli e Filippo Rovelli con il Team Rosso e Nero, nel corso della giornata odierna è toccato al Bike e Motor Racing Team definire i propri piani in vista dell'anno venturo. La squadra di Teramo si presenterà ai nastri di partenza con il giovanissimo Matteo Patacca.

Reduce da una positiva stagione nel contesto della Moto3 tricolore in sella alla KTM del Protech Racing Team (conclusa con la doppia terza posizione ottenuta sull'impianto romano), il 16enne ha deciso di cambiare completamente aria, anzi cilindrata. Dai trascorsi nella Red Bull Rookies Cup ed European Talent Cup, successivamente Matteo Patacca non ha vissuto dei periodi particolarmente tranquilli: un brutto infortunio alla clavicola e al gomito ha condizionato tutto il 2018, mentre l'anno successivo ha avuto diverse difficoltà di adattamento al contesto del CEV Moto3 pur difendendo i colori del Team SIC58.

Nonostante questo momento avaro di soddisfazioni, l'abruzzese è riuscito a riprendersi tornando a lottare per le posizioni di vertice e il duplice podio di Vallelunga deve rappresentare una nuova base da cui partire in vista della prossima stagione. Chiuso il capitolo Moto3, per Matteo Patacca è tempo di pensare ad una nuova ambiziosa avventura nella classe SuperSport 600 del Campionato Italiano Velocità tra i ranghi del Bike e Motor Racing Team, tenendo sempre un occhio rivolto al Mondiale di categoria.

"La squadra mi ha voluto fortemente - ha dichiarato Matteo Patacca - sono estremamente felice della scelta fatta. Sono convinto che insieme riusciremo a toglierci delle bellissime soddisfazioni nel 2021 per raggiungere gli obbiettivi prefissati".

In attesa del debutto al Mugello, previsto ad aprile prossimo, il classe 2004 ha già avuto modo di prendere confidenza con la Yamaha YZF-R6 della formazione teramana durante un test organizzato sul tracciato del Misano World Circuit Marco Simoncelli lo scorso mese di ottobre. Dei primi chilometri decisamente positivi, a conferma delle sue parole.

"Mi sono veramente divertito a percorrere le prime curve con la R6. Mi sono trovato immediamente a mio agio. Dopo un 2020 altalenante, ho riscoperto il piacere di guidare. Inoltre la mia statura si addice alle dimensioni e alla potenza della moto. Non vedo l'ora di iniziare", ha concluso.

Share

Articoli che potrebbero interessarti