MotoGP, Vinales: “Ho vinto una sola gara, voglio chiudere al meglio”

“L’unica incognita sono le gomme, ovvero la scelta della dura. A Portimao dobbiamo capire perché ho faticato così tanto a Valencia”

Share


Questa volta il piglio è ben diverso rispetto a Valencia e Maverick Vinales ha mostrato subito i muscoli nella prima giornata di prove a Portimao, tanto da chiudere al secondo posto e rivelarsi la più veloce delle M1.

Un inizio senza dubbio incoraggiante per il numero 12, a seguito delle difficoltà incontrate  nelle precedenti gare.

“Finalmente posso dire che qua a Portimao abbiamo una bella occasione – ha esordito Maverick - l’obiettivo è quello di chiudere al meglio la stagione, cercando di fare un bel lavoro. Il punto di domanda riguarda però le gomme, dato che non sarà facile fare la scelta corretta. Dovremo quindi valutare bene la dura, dato che le soluzioni proposte sono simili, e al tempo stesso il consumo”.

Maverick cita quindi gli pneumatici e tende a chiarire la situazione.

“La media e soft sembrano essere poco performanti a mio giudizio. Con la dura invece c’è maggiore fiducia. In confronto a Valencia Portimao è una pista che presenta maggiore grip, la moto scivola meno e c’è maggiore aderenza. Di sicuro dobbiamo capire il motivo di tutto ciò per il 2021, dato che dovremo risolvere il problema”.

Maverick ha quindi le idee chiare, in particolare per il weekend di gara.

“Non è ancora il momento di parlare del 2021, quello che conta ora è chiudere al meglio il 2020. Ad oggi ho vinto una sola gara, a Misano, di conseguenza voglio essere competitivo questo weekend”.

Portimao è la novità del calendario e Maverick non esita a rilasciare un proprio giudizio.

“La curva 1 è molto particolare, la considero la più complicata. Perché devi staccare tardi e poi hai una lunga percorrenza. Poi ci sono le curve 8 e 9, anche quelle sono toste. Il T4 però è fantastico, soprattutto l’ultimo curvone che ti porta sul traguardo”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti